Buoni fruttiferi postali, l'8 novembre l'udienza per l’ammissibilità della class action

Buoni fruttiferi postali, l'8 novembre l'udienza per l’ammissibilità della class action

Accesso ai dati personali (per vederci come “ci vedono” le banche) e risoluzione più rapida delle contestazioni: Confconsumatori ha sottoscritto un Protocollo d’intesa per migliorare la conoscenza dei consumatori sul funzionamento dei Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC) e favorire l’accesso ai dati del SIC che li riguardano.

Informazioni creditizie, l’accordo tra CRIF e Confconsumatori

Grazie al nuovo accordo, gli associati di Confconsumatori potranno usufruire di un canale preferenziale per l’accesso ai propri dati creditizi conservati in EURISC, il SIC gestito da CRIF.

In particolare – spiega l’associazione – dando mandato a Confconsumatori, il consumatore potrà ottenere accesso ai propri dati in soli 10 giorni. Il protocollo d’intesa mette inoltre a disposizione degli associati la possibilità di risolvere in via conciliativa le eventuali contestazioni che dovessero insorgere relativamente al trattamento dei dati raccolti e contribuiti al Sistema dagli Istituti di Credito.

“Per i consumatori – commenta la presidente di Confconsumatori Mara Colla – conoscere esattamente i propri dati creditizi è importantissimo per evitare spiacevoli sorprese nell’accesso a prestiti e finanziamenti e, quindi, anche prevenire segnalazioni negative, che talvolta possono essere frutto di errori da parte degli Istituti di credito. Con questo nuovo servizio, gli associati di Confconsumatori potranno conoscere rapidamente la loro posizione creditizia ed eventualmente intervenire nei confronti di banche e società finanziarie per eliminare errori o discrasie”.

Gli interessati possono rivolgersi, dunque, alle sedi territoriali dell’associazione.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)