Intesa Sanpaolo, formazione per i giovani

Appuntamento oggi a Milano con l’incontro relativo al progetto Giovani e Lavoro realizzato da Intesa Sanpaolo per favorire l’accesso di giovani tra i 18 e i 29 anni al mondo del lavoro, colmando il disallineamento di competenze tra domanda e offerta nel mercato occupazionale.

Il programma è finalizzato a formare in Italia circa 5.000 giovani entro il 2021 in ambiti per i quali sono emerse più forti le esigenze delle imprese rispetto al personale formato da assumere, ossia il settore informatico, della ristorazione/alberghiero e delle vendite.

Cosa prevede il programma

Ai giovani il Programma offre formazione gratuita finalizzata allo sviluppo di competenze tecniche, attitudinali e comportamentali (soft skills). Alle aziende Giovani e Lavoro garantisce un bacino di persone formate secondo le loro esigenze. Ad oggi, su oltre 9.300 giovani candidati al Programma, oltre 700 studenti sono stati inseriti in aula, con un tasso di assunzione dell’80% per i primi studenti diplomati. Sono oltre 1.000 le imprese coinvolte tramite gli incontri sul territorio.

Tutti i costi del progetto, inclusi quelli della individuazione dei candidati e dell’erogazione dei corsi di formazione, sono interamente coperti da Intesa Sanpaolo, rendendone la fruizione totalmente gratuita sia per i partecipanti che per le aziende interessate alle potenziali assunzioni.

“Con questo progetto il Gruppo affronta il problema della disoccupazione giovanile – spiega Gianluigi Venturini, Direttore Regionale Milano e provincia di Intesa Sanpaolo – offrendo ai giovani gli strumenti professionali necessari per accedere al mercato del lavoro e, allo stesso tempo, garantendo personale formato alle imprese”.

Le opportunità per i giovani

A fronte di circa 1,3 milioni di giovani italiani disoccupati, nel mercato del lavoro sono aperte circa 731 mila posizioni i cui profili sono di difficile reperimento da parte delle imprese.

Il 30% dei giovani disoccupati è concentrato in sei province italiane: Napoli, Roma, Bari, Palermo, Milano, Torino (Fonte Istat). Il 17% delle posizioni richieste dalle imprese è difficile da coprire, specie per i ruoli e le professionalità dei settori hospitality/ristorazione, retail/addetti alle vendite e digitale/ICT (Fonte Unioncamere). Il progetto Giovani e Lavoro di Intesa Sanpaolo mette in relazione tre elementi fondamentali: la disoccupazione giovanile, le aree geografiche dove questa è più elevata e la richiesta di personale già formato da parte delle imprese.

Il progetto è realizzato da Intesa Sanpaolo tramite Intesa Sanpaolo Formazione, la società del Gruppo che progetta, organizza, gestisce e coordina programmi di formazione, addestramento e perfezionamento professionale e si svolge in collaborazione con Generation Italy, l’iniziativa globale non profit creata da McKinsey & Company nel 2015 con l’obiettivo di contribuire a ridurre il fenomeno della disoccupazione giovanile (https://www.generation.org/italy).

In tre anni, Generation ha diplomato e accompagnato nel mondo del lavoro oltre 26.000 studenti provenienti da 100 città in 11 Paesi nel mondo. In Italia, secondo Paese europeo dopo la Spagna, Generation ha avviato le proprie attività nel 2018 attraverso una fondazione non profit e ha lanciato i primi programmi di formazione in ambito retail e sviluppo software.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)