shopping online

Shopping online via smartphone in costante crescita

Cresce il numero dei consumatori italiani che acquistano online i prodotti di maggior consumo, dalle scarpe ai detersivi, e che ormai approfittano del web anche per le offerte speciali e per i saldi. Solo nel 2019 infatti i nostri connazionali hanno speso in rete, secondo l’Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano, 31,6 miliardi di euro, con un incremento del +15% rispetto all’anno precedente. Ma insieme agli acquisti aumenta anche il rischio di truffe: vediamo come difendersi.

Lo shopping piace sempre di più online, anche con i saldi

Anche il tradizionale periodo dei saldi ha visto una parte degli acquirenti rivolgersi ai negozi online. Si tratta del 21,3% dei consumatori che hanno preferito il web anche durante il periodo delle offerte di fine stagione, con un incremento +2,4% rispetto allo scorso anno.

Il consumatore tipo, per quanto risulta dalle indagini, ha in media fra i 35 e i 44 anni, appartiene nella maggior parte dei casi al genere femminile e risiede per lo più nelle regioni del sud Italia. Gli acquisti, almeno per quello che riguarda la stagione dei saldi, riguardano soprattutto i capi d’abbigliamento e le calzature. Ma si vendono bene anche gli accessori e l’intimo, con un flusso che cresce sia grazie alla convenienza economica che i saldi offrono, sia per la qualità e varietà dei prodotti che è possibile trovare online.

Come mezzi di navigazione, e d’acquisto, l’Osservatorio fa notare che l’uso dello smartphone tenda ad aumentare sensibilmente, passando dal 34% del totale delle transazioni online effettuate nel 2018 al 40% del 2019. Per quanto le procedure di controllo e sicurezza online siano state perfezionate e fortificate, però, la possibilità di essere truffati è sempre presente.

 

shopping online
Shopping online

Come difendersi dalle truffe online?

Proprio a causa di questa crescente tendenza degli italiani ad acquistare sempre più beni online, è necessario anche imparare a riconoscere le truffe e a difendersi adeguatamente. Vediamo quindi qualche consiglio su come comprare sul web in maniera responsabile.

Dare la preferenza a siti ufficiali

Quando si acquista un prodotto è preferibile fare riferimento a rivenditori ufficiali del marchio, stando peraltro attenti a verificare l’azienda presso cui si decide di acquistare esista davvero. Si tratta, per fortuna, di un controllo che è possibile fare molto velocemente, dato che servizi come quelli proposti da iCRIBIS permettono di verificare la partita iva di un rivenditore in modo da provare che sia effettivamente esistente e che non abbia mai avuto problemi. In questo modo, ci si assicurerà che il sito da cui si intende acquistare sia affidabile.

Attenzione ai dati personali

È importante poi fare molta attenzione a non fornire dati personali, come nome utente e password del conto corrente, o la fotocopia della firma e dei propri documenti. Tutte le transazioni commerciali inoltre devono passare attraverso dei siti certificati, che garantiscano la sicurezza dei dati.

Se possibile preferire gli scambi a mano

Quando si acquistano oggetti da privati è molto meglio lo scambio diretto. Anche se può costare qualche sacrificio e un incremento della spesa, meglio controllare personalmente se quello che si acquista è esattamente ciò che ci si aspetta di trovare.

Usare carte ricaricabili

Quando si fanno transazioni online è meglio dare le coordinate di una carta prepagata, caricandola con la cifra che serve per l’acquisto. Se chi vende, infatti, dovesse tentare di riutilizzarla una seconda volta, non ci troverebbe niente dentro.

Fare acquisti online piace a sempre più italiani ma, per riuscire a non incorrere in truffe, è necessario approcciare questo mondo con una maggior consapevolezza. Fortunatamente, con i consigli visti oggi sarà più facile tutelarci.

Parliamone ;-)