Parte Veganuary 2023, la campagna che invita a mangiare vegano per 31 giorni

Parte Veganuary 2023, la campagna che invita a mangiare vegano per 31 giorni

Parte Veganuary 2023, la campagna che invita a mangiare vegano per 31 giorni

A gennaio dello scorso anno sono state 629.351 le persone in tutto il mondo che hanno deciso di aderire all’iniziativa promossa dall’associazione Veganuary. L’Italia si è piazzata al quinto posto per numero di iscrizioni, con Milano terza città al mondo per partecipanti

“Scegliere un’alimentazione a base vegetale può portare molti benefici, non solo agli animali. Ridurre o eliminare carne e derivati ha infatti un impatto ambientale positivo, in grado di aumentare la sostenibilità della filiera alimentare, una delle più impattanti a livello globale”: lo ricorda l’associazione inglese Veganuary, che negli ultimi anni, insieme al partner ufficiale italiano Essere Animali, ha lanciato ad aziende e cittadini una sfida: provare un’alimentazione vegan per il mese di gennaio.

Per partecipare all’iniziativa, oltre a seguire le aziende che hanno deciso di aderire, è anche possibile iscriversi al sito www.veganuary.it, selezionare la data di inizio prescelta e ricevere così gratuitamente per 31 giorni ricette e consigli per provare un’alimentazione completamente vegana, sana e gustosa.

Veganuary, nel 2022 Italia al quinto posto per numero di iscrizioni

Dal lancio ad oggi sono oltre 2.5 milioni i partecipanti a Veganuary in tutto il mondo e centinaia i marchi e le grandi aziende che si sono uniti all’iniziativa. Ed anche in Italia sono numerosi i brand che hanno deciso di aderire all’iniziativa promossa da Essere Animali, con il lancio di una comunicazione social e web dedicata e con offerte e nuovi prodotti a base vegetale.

A gennaio dello scorso anno sono state 629.351 le persone in tutto il mondo che hanno deciso di aderire all’iniziativa, salvando dalla sofferenza più di 2,16 milioni di animali in un solo mese, secondo i calcoli di Veganuary. L’Italia, in particolare, si è piazzata al quinto posto per numero di iscrizioni, con Milano terza città al mondo per partecipanti dopo Santiago e Londra.

“Si tratta di una scelta molto importante da parte delle aziende, che con le loro scelte sono in grado di portare un impatto positivo molto forte – spiega Claudio Pomo, Responsabile Sviluppo di Essere Animali. – Scegliendo di consumare prodotti a base vegetale infatti siamo in grado di ridurre il nostro impatto sul Pianeta, diminuendo lo spreco di risorse e soprattutto facendo una scelta più compassionevole per milioni di animali”.

Una scelta, quella di aderire al mese dedicato alla dieta vegana, che ha portato una buona fetta dei partecipanti a raggiungere importanti obiettivi. Secondo un sondaggio dell’Organizzazione Veganuary, nel 2022 l’80% dei rispondenti, che non era vegano al momento dell’iscrizione, ha ridotto drasticamente il consumo di prodotti di origine animale.

In particolare, il 28% segue una dieta completamente vegana, il 37% mangia almeno il 75% in meno di carne e altri prodotti animali, il 15% mangia almeno il 50% in meno di carne e altri prodotti animali, mentre l’86% di coloro che non sono completamente vegani ha dichiarato di essere molto/estremamente propenso a provare di nuovo una dieta vegana in futuro.

Inoltre, secondo quanto emerso dal sondaggio, due terzi dei partecipanti Veganuary che hanno continuato a seguire una dieta completamente vegana negli ultimi 6 mesi del 2022 hanno sperimentato miglioramenti della salute, tra cui: aumento di energia (58%), miglioramento dell’umore (57%), pelle più sana (51%), variazione desiderata del peso corporeo (46%).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)