A poche ore dalla notizia dei sequestri dei prodotti Milupa, il Codacons annuncia la prima causa di risarcimento avanzata da due genitori, rappresentati dall’associazione, contro la Nestlè, per i danni morali loro causati a seguito della vicenda del latte "all’inchiostro". I fatti: I Sig.ri M. A. e S. R., residenti a Civitavecchia, sono genitori di una bambina di nome Camilla, nata a Roma il 25/5/2004. Dopo i primi mesi di vita della loro figlia, costoro provvedevano ad integrare gradualmente l’alimentazione della neonata, somministrandole il latte prodotto dalla Nestlè NIDINA2 e MIO. Ciò fino a pochi giorni fa, quando cioè il Corpo Forestale ha iniziato i sequestri in tutta Italia del latte contenente ITX.

Per il Codacons tale situazione di allarme e di incertezza ha causato un danno ingiusto alla coppia, preoccupata per la salute della loro bambina di 18 mesi, pregiudicandone le funzioni naturali nella dimensione biologica, psicologica e sociale.

Nell’atto di citazione l’associazione ha richiamato il principio affermato nella nota sentenza della Corte di Cassazione, Sezioni unite civili, n. 2515 del 21 febbraio 2002: il danno morale soggettivo – transitorio turbamento psicologico – è risarcibile anche in assenza di danno biologico – lesione all’integrità psico-fisica – o di altro evento produttivo di danno patrimoniale. L’essenza del danno morale è lo stato di perturbamento psichico, da disagio e preoccupazione duraturi nel tempo".

Il Codacons sottolinea inoltre come la responsabilità della Nestlè risulti aggravata dalla decisione di continuare a vendere il latte "all’inchiostro", coma ha dichiarato il presidente e direttore generale della multinazionale svizzera, il Sig. Peter Brabeck. L’associazione ha chiesto al Giudice di Pace di Roma di condannare la Nestlè al risarcimento di 2.500 euro in favore dei genitori della piccola Camilla, per i danni morali loro causati, derivanti da uno stato di panico e turbamento circa la salute della propria figlia.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)