La legge sulle garanzie dei prodotti acquistati dai consumatori è una delle leggi più disattese. E’ di poco tempo fa la notizia circa la disapplicazione da parte di Apple del periodo di garanzia di due anni che è costata all’azienda di Cupertino l’apertura di un’istruttoria da parte dell’Antitrust. Ma aldilà dei tempi, c’è confusione anche riguardo ai costi per le riparazioni o le sostituzioni dei prodotti.

Due sentenze della Corte di Giustizia (C-65/09 e C-87/09) affrontano la questione e la rendono ancora più chiara: il servizio reso al consumatore deve essere gratuito, anche quello di trasporto e installazione del prodotto sostituito.

"Ora i negozianti si adeguino" fanno sapere dal CRTCU che invita i consumatori, qualora si trovino alle prese con commercianti recidivi, a segnalare la prassi commerciale sleale direttamente all’Autorità Antitrust al numero verde 800 166 661.

Il CRTCU ricorda che la legge sulla garanzia (artt. 128 e segg. del Codice del Consumo), in caso di difetto di conformità del bene, permette al consumatore di ottenere, a sua scelta, la riparazione gratuita del bene o la sua sostituzione senza spesa alcuna, nemmeno le spese necessarie per il ritiro del bene a casa del consumatore o comunque qualsiasi altra voce di spesa necessaria alla sostituzione del bene.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)