Bollette luce e gas

Incontro fra Eni gas e luce e i Consumatori

L’anno nuovo è iniziato nel migliore dei modi per quanto riguarda le bollette di luce e gas. L’aggiornamento della tariffe del mercato tutelato è arrivato  puntuale per il primo trimestre del 2020 da parte dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti a Ambiente (ARERA), e indica un deciso ribasso per le bollette dell’energia elettrica. Mentre per il gas rimane pressoché invariato il costo in bolletta.

La variazione non interessa solo i consumatori serviti in Tutela: tali tariffe rappresentano un punto di riferimento nella definizione delle offerte da parte dei fornitori del mercato libero. Non solo, alcune componenti di costo sono uguali per entrambi i mercati.

 

le offerte del mercato libero
Tariffe energia in ribasso

Bollette Luce: importante riduzione per l’elettricità, -5,4%

Il forte calo del fabbisogno per gli oneri di sistema, il contenimento delle tariffe per il trasporto e la distribuzione, nonché i bassi prezzi delle materie prime nei mercati all’ingrosso sono, secondo l’ARERA, i principali fattori che hanno contribuito alla riduzione del -5,4% per l’elettricità rispetto all’ultimo trimestre 2019.

Nei primi tre mesi del 2020, la spesa per la materia prima energia peserà sull’importo totale della fattura di una cliente tipo (consumi medi di energia elettrica di 2700kWh e potenza impiegata di 3kW), per il 45,68%. Per quanto riguarda il trasporto e la gestione del contatore la spesa sarà pari al 19,87% del costo generale. Infine gli oneri di sistema e le imposte peseranno in bolletta, rispettivamente per il 21,26% e il 13,19%.

Secondo le stime dell’Arera che ha misurato gli effetti sulle famiglie della riduzione dei costi, la spesa energetica per la famiglia-tipo servita in maggiori tutela sarà complessivamente, nei 12 mesi compresi tra aprile 2019 e marzo 2020, 544,2 euro. Rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (aprile 2018 – marzo 2019) il risparmio sarà del 2,9%, ossia circa 16 euro/anno.

Bollette Gas: +0,8% rispetto alla fine all’ultimo trimestre del 2019

Diversamente dal forte ribasso dei costi dell’energia elettrica, le bollette del gas continuano ad aumentare, anche se in piccola percentuale (+0,8%) rispetto al trimestre precedente. Tale incremento è imputabile all’aumento della spesa di approvvigionamento della materia gas naturale (+1,3% sulla spesa della famiglia tipo), legata principalmente alle quotazioni che si attendono nei mercato all’ingrosso nei mesi invernali, mitigato da un calo delle tariffe per il trasposto e la distribuzione e misura (-0,4%), e da un leggero calo anche per gli oneri generali (0,1%).

Alla fine del primo trimestre del 2020, una famiglia tipo (consumi medi di 1.400 metri cubi/anno) avrà speso 1.040 euro in 12 mesi, risparmiando il 9,5% rispetto al periodo precedente (aprile 2018 – marzo 2019).

Primo trimestre 2020: si completa la riforma delle tariffe domestiche

Con il primo trimestre 2020 verrà completata anche la riforma tariffaria del mercato della luce e del gas a

uso domestico, ossia, verranno definitivamente eliminati i scaglioni di consumo per gli oneri di sistema. Dopo l’eliminazione della progressività delle tariffe dei servizi di rete (trasmissione e distribuzione), la riforma attuata con il decreto legislativo n.102/14 si conclude.

Se, da un lato, la composizione della bolletta si semplifica, dall’altro coloro che cercano di risparmiare riducendo il consumo per le bollette delle seconde, non avranno più l’opportunità di ridimensionare il costo degli oneri sciolti dall’effettivo utilizzo di luce e gas.

Il consumatore può scegliere, però, di risparmiare passando al mercato libero (che diverrà l’unico mercato possibile a partire dal 1° gennaio 2022). Su ComparaSemplice.it è possibile mettere a confronto agevolmente le migliori tariffe del mercato libero con quella offerta dal servizio di maggior tutela, e scegliere la tariffa che permette un effettivo risparmio per il proprio stile di consumo. Infine, sul sito è possibile contattare un consulente esperto del settore.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)