Ecobonus 2021 e acquisto della caldaia, Konsumer: attenzione alle truffe

Ecobonus 2021 e acquisto della caldaia, Konsumer: attenzione alle truffe

Sono in aumento le offerte che invogliano il consumatore ad acquistare più servizi e/o beni, paventando la convenienza dell’affare con la contestuale proposta di acquisto di una caldaia di nuova generazione: la promessa fatta al consumatore è di poter usufruire dei vantaggi dell’Ecobonus 2021. È quanto denunciato da Konsumer Italia.

“Attenzione – avverte Konsumer Italia – potrebbe trattarsi di una truffa, di cui il consumatore rischia di dover rispondere personalmente anche a titolo penale”.

Ecobonus 2021, come funziona il bonus caldaie

Konsumer ricorda al consumatore che il venditore non può promettere o vendere al consumatore una serie di servizi diversi tra loro – come servizi di manutenzione, dispositivi per le acque potabili da installare sui rubinetti di casa, ecc. – in occasione dell’acquisto della caldaia, riportando in fattura l’intero costo del pacchetto come solo prezzo della caldaia, allo scopo di far beneficiare il consumatore della detrazione prevista fino al 65%.

Con il Bonus Caldaie 2021 – spiega – il consumatore può beneficiare di una detrazione fiscale del 65% per gli interventi di sostituzione caldaia ed efficientamento delle prestazioni energetiche di immobili, e coprire solo le spese per i lavori di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A; installazione di impianti costituiti da sistema integrato tra caldaia a condensazione e pompa di calore (sistemi ibridi); detrazione fiscale per installazione di caldaie a condensazione di classe A.

 

Ecobonus

 

Non è previsto, dunque, che siano compresi altri servizi o beni, e la circostanza che il venditore pubblicizzi o dichiari di averli offerti gratuitamente al consumatore non elimina la violazione, in quanto ciò non impedisce che il fatto costituisca un illecito tributario e/o un reato.

“Si tratta di una truffa che le Autorità in sede di controllo possono facilmente rilevare e che comporta serie conseguenze tanto per il venditore che per il consumatore stesso, il quale non solo non ne trarrà alcun beneficio, ma sarà chiamato a dover rispondere economicamente e legalmente della violazione di cui si rende inconsapevolmente complice”, precisa il Presidente Fabrizio Premuti.

L’associazione invita, dunque, tutti i consumatori a prestare la massima attenzione a eventuali offerte di questo tipo.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)