cane e bambino

Animali domestici, vivere con un cane o un gatto fa bene alla salute (fonte foto: pixabay)

Vivere con un cane o un gatto migliora la qualità della vita. Non aiuta il bilancio, certo, considerate le spese per l’alimentazione, eventuali cure mediche e veterinario. Ma chiunque viva (non possieda: viva) con un animale domestico, con un cane o un gatto o anche di più, comunque la stragrande maggioranza, riconoscerà che la qualità di vita migliora se si vive con un animale domestico.

Affetto incondizionato. Amore. Una risata di prima mattina. La passeggiata quotidiana per chi vive con un cane da portare fuori. Compagnia, specialmente per i bambini e gli anziani. Sono diverse le ragioni che promuovono la convivenza fra umani e compagni a quattro zampe.

Gli animali da compagnia, riconosce una recente indagine di Altroconsumo, fanno patte della vita di molti italiani e durante il lockdown i pet in casa sono aumentati fino a raggiungere durante il 2021 il numero di 62,1 milioni (ma attenzione a non prenderli per gioco, viene da aggiungere a posteriori).

 

gattino

 

Gli italiani e gli animali domestici

Per capire qual è il rapporto degli italiani con i propri animali di casa e verificare il loro grado di soddisfazione nei confronti del servizio reso dai veterinari, Altroconsumo ha intervistato un campione di oltre mille cittadini che vivono con un animale domestico. Molte delle persone intervistate hanno in realtà più di un animale: più della metà (56%) dei rispondenti ha un gatto, il 62% un cane, seguono pesci (10%), tartarughe (8%) e conigli (3%).

La qualità della vita di chi vive con un cane o un gatto è migliorata grazie al legame di affetto che si crea tra uomo e animale, soprattutto fra gli anziani e i bambini.

«Ben l’80% dei bambini intervistati si è sentito meglio, più sereno e tranquillo, grazie alla presenza di un gatto in casa – dice Altroconsumo – La percentuale risulta molto alta anche tra gli anziani, che hanno dichiarato di avere avuto un miglioramento nella qualità della vita con un cane (67%), e con un gatto (77%) a far loro compagnia».

Fare quattro passi col cane

Fido “costringe” poi a uscire di casa e quantomeno a fare quattro passi. Il 75% degli intervistati da Altroconsumo «cammina con il proprio cane da una a tre volte ogni giorno, in media per 33 minuti: un modo per tenersi in forma che migliora la qualità della vita. Purtroppo, il 28% di chi possiede un cane è costretto a lasciarlo a casa da solo anche dalle 5 alle 10 ore nei giorni lavorativi. I gatti stanno ancora di più da soli, con loro la percentuale sale al 47%».

 

cane e donna
Gli italiani e gli animali domestici, come influisce la pandemia

 

Le spese per gli animali domestici…

Le spese però ci sono. E non sono poche. La voce principale è rappresentata dall’alimentazione.

Secondo Altroconsumo per un cane in un anno si spendono circa 1.562 euro, di cui 341 per spese mediche. Per i gatti la spesa è inferiore, in un anno i proprietari spendono in media 1.208 euro, di cui 194 per cure mediche.

La spesa più corposa è quella per il cibo, stimata in circa 880 euro l’anno per il cani e in 779 euro per i gatti.

… e per il veterinario

L’indagine dell’associazione si sofferma sul servizio dei veterinari. Gli italiani sono soddisfatti, non piacciono però le tariffe.

«L’81% dei rispondenti all’indagine, cioè 8 persone su 10, si dichiarano molto soddisfatti del proprio veterinario, lo considerano competente e in grado di relazionarsi sia con loro sia con l’animale – spiega Altroconsumo – Le tariffe per il servizio veterinario sono, invece, l’aspetto meno apprezzato tra le persone con animali, infatti solo 7 persone su 10 si dichiarano soddisfatte del costo del servizio. Le visite dal veterinario sono molto frequenti tra i proprietari di animali, infatti, negli ultimi 12 mesi, l’88% dei cani sono stati accompagnati alla visita annuale di controllo e l’82% alle vaccinazioni. Nei gatti le percentuali scendono leggermente: il 73% dei felini hanno fatto la visita di controllo e il 52% le vaccinazioni».


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)