Strisce blu gratuite, le Commissioni Trasporti e Ambiente approvano gli emendamenti

Strisce blu gratuite, le Commissioni Trasporti e Ambiente approvano gli emendamenti

Gratuità della sosta sulle strisce blu per le persone con disabilità: è ora di approvarla. La sollecitazione viene da Cittadinanzattiva insieme all’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare UILDM e alla società di consulenza VERA Studio, che affianco pro bono. Chiedono alla Commissione Trasporti della Camera dei Deputati di approvare gli emendamenti presentati al DL Infrastrutture dall’onorevole Gadda (n. 1.270) e dall’On. Muroni (n.1.7).

«La richiesta, a nome di tutte le associazioni impegnate nella tutela dei diritti delle persone con disabilità, riguarda la gratuità della sosta sulle strisce blu per i veicoli dotati di apposito contrassegno europeo».

Gratuità delle strisce blu, ancora si aspetta

Il Parlamento approvi dunque la norma sulle gratuità delle strisce blu per le persone con disabilità e i veicoli che esibiscono il contrassegno europeo, perché «il diritto alla mobilità non può dipendere dalle presunte esigenze di cassa dei Comuni».

È una richiesta da tempo sottoposta al Governo. Il Parlamento ha chiesto diverse volte di intervenire per fare in modo che i diritti delle persone con disabilità siano uguali per tutti, in tutte le città, e non a macchia di leopardo come accade oggi.

Le associazioni ribadiscono infatti che «il diritto ad una piena e agevole mobilità non deve dipendere dalla buona volontà di un Sindaco. Oggi una persona con disabilità che vive a Roma non paga la sosta sulle strisce blu quando gli stalli appositi sono occupati, mentre colui che vive a Taranto è invece tenuto a pagarla. Una situazione a macchia di leopardo unica in Europa che non ha nulla a che vedere con l’autonomia finanziaria dei comuni».

E rinnovano così una richiesta che era già stata fatta a giugno di quest’anno. Quando appunto le associazioni avevano inviato una lettera ai ministri Ministri Giovannini e Stefani di «rendere ovunque gratuita la sosta sulle strisce blu per i veicoli dotati di apposito contrassegno europeo».

 

disabili sport
Dall’Europa la strategia per i diritti delle persone con disabilità 2021-2030

 

 

Norma di civiltà

«Ci risulta che ci sia un consenso di tutte le forze politiche ad approvare questa norma di civiltà – dice Anna Lisa Mandorino, Segretaria Generale di Cittadinanzattiva – Ma ci dispiace che gli emendamenti incontrino le resistenze del Ministero dell’Economia e di ANCI, immaginiamo per presunte ragioni di cassa. Ragioni che, a nostro avviso, non sussistono sia perché lo stesso Ministero dell’Economia non è in grado di quantificare la copertura stessa e soprattutto perché nei due emendamenti presentati è previsto l’incremento delle sanzioni pecuniarie per chi occupa abusivamente gli stalli, quindi è già contemplata una copertura per i Comuni dai presunti mancati introiti».

Si tratta, spiega il presidente di UILDM Marco Rasconi, di un quadro sconfortante. Sarebbe istruttivo, aggiunge, vedere i rappresentati istituzionali «trovare parcheggio nelle ore di punta sugli stalli quasi sempre occupati abusivamente e quasi mai sanzionati. Mi chiedo dove sono “queste preoccupazioni” per le casse comunali quando migliaia di motorini occupano gli stalli e le strisce blu senza pagare la sosta oraria. Eppure tutti questi mancati introiti non fanno notizia e nessuno dà conto del danno erariale ai Comuni stessi per i mancati controlli».

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

1 thought on “Strisce blu gratuite per persone con disabilità, Cittadinanzattiva e UILDM rinnovano la richiesta

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: