Attenzione alla “truffa del parchimetro”. A mettere in guardia i cittadini romani è l’Adoc secondo cui alcune macchinette per il pagamento della sosta sono state manomesse in modo da non restituire le monete inserite e non accettate dalla macchina. In questi parchimetri, infatti, lo sportello per il recupero risulta bloccato da un bastoncino o da una graffetta. L’Associazione stima che con questo espediente ogni parchimetro frutta un “guadagno” di circa 50 euro al giorno, a pagare dazio sono solo i consumatori. L’Adoc consiglia a tutti gli utenti di verificare, prima di inserire il denaro, se lo sportello per il recupero monete è perfettamente funzionante. In caso non lo fosse, si può provare a rimuovere l’ostacolo ma ad ogni modo è bene segnalare l’accaduto ai Vigili Urbani, indicando il luogo dove è posizionato il parchimetro e il numero identificativo dello stesso.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)