Infanzia e adolescenza, povertà educativa

Giravolta sulla scuola

No, non ci sarà la dad automatica con un solo positivo in classe. La circolare che prevedeva le nuove regole sulla scuola è stata sconfessata nell’arco di 24 ore. Per Palazzo Chigi le lezioni in presenza sono la priorità. E così sulla scuola si è consumata ieri una giravolta, con la previsione di nuove regole (si era detto: tutti in quarantena con un solo positivo in classe) che sono state sconfessate nel giro di una giornata.

Nel pomeriggio infatti fonti di Governo hanno precisato che «non ci sarà alcun ritorno in Dad in caso di presenza di un solo alunno contagiato» e che «solo chi va in isolamento farà didattica a distanza, la classe continua in presenza».

In serata, poi, è arrivata una nuova circolare del Ministero della Salute e del Ministero dell’Istruzione che supera le indicazioni della circolare precedente.

Scuola, la nuova circolare

«Si precisa che, anche in considerazione della sopravvenuta disponibilità manifestata dalla struttura commissariale con nota inviata in data 30 novembre 2021, potrà essere mantenuto il programma di testing di cui alla circolare n. 50079 del 3 novembre 2021, per la verifica della positività dei soggetti individuati come contatti di una classe/gruppo, da effettuarsi in tempi estremamente rapidi, tali da garantire il controllo dell’infezione», si legge nella nuova circolare.

E dunque, «fermo restando quanto previsto dalla citata circolare del 3 novembre u.s. per il sistema integrato di istruzione 0-6 anni, dovrà essere comunque garantita la didattica in presenza per coloro che non rientrano nei provvedimenti di quarantena disposti dall’autorità sanitaria».

 

Scuola, fonti di governo precisano: "nessun ritorno alla Dad con un solo contagiato"
Scuola, fonti di governo precisano: “nessun ritorno alla Dad con un solo contagiato”

 

Le regole sulla scuola

Le regole rimangono quelle precedenti. In pratica, dipende dalla fascia di età e dalla vaccinazione, che per i più piccoli non c’è.

La didattica a distanza continuerà a scattare con un solo positivo in classe nella fascia di età fino a 6 anni e dunque nella scuola dell’infanzia, dove non c’è distanziamento e i bambini sono senza mascherina.

Per gli alunni da 6 a 12 anni la dad scatta con due positivi in classe (in questa fascia di età, quelle delle elementari, la vaccinazione ancora non c’è) e per i più grandi se non sono vaccinati. Per gli alunni dai 12 anni in su, la classe andrà in dad se i positivi sono almeno tre. Questa è la fascia degli adolescenti, in molti vaccinati.

Mentre la struttura del commissario straordinario Francesco Figliuolo «intensificherà le attività di testing nelle scuole, al fine di potenziare il tracciamento», poiché «garantire la partecipazione in presenza e lo svolgimento delle lezioni a scuola in assoluta sicurezza è una priorità del Governo». In caso di positività, infatti, gli alunni possono tornare alla scuola in presenza dopo aver fatto un test rapido immediato, seguito da un’ulteriore verifica dopo cinque giorni. Ed è qui, in effetti, che si incagliano molte classi, con le difficoltà delle Asl di garantire il tracciamento immediato.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)