coronavirus passeggiata

Online le Faq del Governo su spostamenti e misure nelle zone rosse, gialle e arancioni

Tornano le Faq del Governo sulle misure adottate nel Dpcm dello scorso 3 novembre e sugli spostamenti consentiti, vietati o sconsigliati a seconda della classificazione delle regioni in zona gialla, arancione o rossa e a livello nazionale.

Niente mercatini di Natale quest’anno: sono assimilati alle fiere dunque vietati. È possibile accompagnare i figli dai nonni ma “fortemente sconsigliato”, e questo vale sia per le regioni in zona rossa, che in quelle in zona arancione e gialla. Genitori separati o divorziati possono andare a trovare i figli minorenni anche tra comuni di aree differenti. Il regime degli spostamenti per fare visita a persone detenute in carcere è invece differente se le regioni sono classificate in zona rossa, arancione e gialla.

Online le Faq del Governo

Tornano dunque le Faq del Governo sull’interpretazione delle misure adottate nel Dpcm di ottobre. Sono divise per aree e  rispondono agli interrogativi che riguardano attività commerciali, eventi, spostamenti e attività professionali ripartite per zone rosse, gialle e arancioni.

Alcune previsioni sono valide ovunque, altre invece sono articolate diversamente a seconda della classificazione delle Regioni – che è soggetta a cambiamento, non data una volta per tutte.

 

 

Stop ai mercatini di Natale dal comune di Trento. Verso l'annullamento anche l'Alto Adige
Stop ai mercatini di Natale

 

Quest’anno niente mercatini di Natale

Nella nozione di fiere, vietate dal Dpcm, rientrano anche le manifestazioni locali con prevalente carattere commerciale.

«Sì, tali manifestazioni, anche a carattere commerciale di natura fieristica, come nel caso dei cosiddetti mercatini di Natale, ma realizzate fuori dell’ordinaria attività commerciale in spazi dedicati ad attività stabile o periodica di mercato, sono da assimilare alle fiere e sono quindi vietate».

“Fortemente sconsigliato” portare i figli dai nonni

È possibile spostarsi per accompagnare i propri figli dai nonni o per andarli a riprendere all’inizio o al termine della giornata di lavoro? In questo caso la risposta è la stessa per tutta Italia: possibile ma sconsigliato.

«È possibile ma fortemente sconsigliato, perché gli anziani sono tra le categorie più esposte al contagio da COVID-19 e devono quindi evitare il più possibile i contatti con altre persone. Pertanto, questo spostamento è ammesso solo in caso di estrema necessità, se entrambi i genitori sono impossibilitati a tenere i figli con sé per ragioni di forza maggiore. In tale caso i genitori possono accompagnare i bambini dai nonni, percorrendo il tragitto strettamente necessario per raggiungerli e recarsi sul luogo di lavoro, oppure per andare a riprendere i bambini al ritorno. Ove possibile, è assolutamente da preferire che i figli rimangano a casa con uno dei due genitori che usufruiscono di modalità di lavoro agile o di congedi».

Si può andare ad assistere un parente o un amico non autosufficiente perché «è una condizione di necessità e quindi non sono previsti limiti orari. Nel caso si tratti di persone anziane o già affette da altre malattie, – si legge nelle Faq –  ricordate però che sono categorie più vulnerabili e quindi cercate di proteggerle dai contatti il più possibile».

 

 

faq del governo
Faq dpcm 3 novembre

 

Spostamenti per fare visite in carcere: dipende dalla zona

Diversa invece la previsione per le visite alle persone detenute in carcere. Nelle zone rosse «gli spostamenti per fare visita alle persone detenute in carcere sono sempre vietati, non potendo ritenere che tali spostamenti siano giustificati da ragioni di necessità o da motivi di salute. In tali casi i colloqui possono perciò svolgersi esclusivamente in modalità a distanza» e anche oltre i limiti orari stabiliti dall’ordinamento penitenziario.

Nelle zone gialle, invece, tali spostamenti sono consentiti in orari compresi tra le h. 5.00 e le h. 22.00 ma sono “fortemente raccomandati” i colloqui a distanza. Nelle zone arancioni, infine, in orari compresi tra le 5.00 e le 22.00 tali spostamenti sono consentiti solo in ambito comunale, essendo vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai comuni delle regioni dell’area “arancione”.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

2 thoughts on “Tornano le Faq del Governo sugli spostamenti consentiti, vietati o sconsigliati

  1. ho 79 anni, vivo sola in una borgata di 5 case,ho la sciatica e non posso muovermi come vorrei,mio figlio,residente in un altro comune può venire ad assistermi?

    1. Gentile signora, credo che lo spostamento di cui lei parla rientri nell’assistenza a un parente non autosufficiente quindi dovrebbe essere consentito.

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: