La tecnologia non ha età. Lo conferma un sondaggio di Ipsos secondo il quale il 76% degli over 60 italiani ha almeno un account e il 25% degli intervistati usa i social per discutere di temi di attualità. Dialogo, confronto e partecipazione sono la cifra del web ma non è tutto oro quello che luccica. La fabbrica delle “bufale” non va mai in vacanza diffondendo ogni giorno false notizie su politica, salute, fenomeni sociali e tanto altro ancora.

Quanto siamo sicuri di non restare intrappolati in qualche inganno? Come possiamo difenderci dalle bufale che girano in internet e sui social e che ci raccontano in malafede qualcosa che non è?

Questo è il tema, di grandissima attualità, scelto per l’edizione 2018 della Città che apprende, l’evento che l’Auser a cadenza biennale dedica alla cultura ed alla educazione degli adulti come strumento di cittadinanza e di integrazione sociale, coinvolgendo la rete delle Università Popolari e dei Circoli Culturali.

Titolo dell’evento sarà “Chi dà retta alle sirene? Informazione e disinformazione nell’era del Web e dei Social” e si terrà a Torino il 18 e 19 ottobre 2018 presso l’Auditorium della Città Metropolitana. 

Due giorni molto intensi di dibattito durante i quali l’Auser ha chiamato a confrontarsi esperti del settore e rappresentanti del mondo dei media e dell’informazione.

Gli anziani sono una delle categorie più esposte al rischio di incappare nelle bufale”, sottolinea il presidente nazionale Enzo Costa, “ecco perché abbiamo deciso di approfondire questo tema”.

 

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)