Biologico, eliminata l'equiparazione dell'agricoltura biodinamica a quella biologica

Biologico, eliminata l'equiparazione dell'agricoltura biodinamica a quella biologica

Via libera unanime della Camera alla proposta di legge sulla tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico, che torna al Senato per l’approvazione definitiva. È quanto si apprende dall’Ansa.

Dal testo, infatti, è stata eliminata la tutela dell’agricoltura biodinamica. La Camera ha approvato due emendamenti identici di Riccardo Magi (+Eu) e della commissione che eliminano dal testo l’equiparazione dell’agricoltura biodinamica a quella biologica.

Biologico, i dubbi sull’agricoltura biodinamica

Tanti gli appelli di questi ultimi giorni contro l’equiparazione dell’agricoltura biodinamica a quella biologica, che hanno fatto seguito alle perplessità e alle accuse già espresse da una parte del mondo scientifico, accademico e politico. La senatrice a vita Elena Cattaneo aveva definito l’agricoltura biodinamica una “truffa scientifica” (la Repubblica).

Analogo il parere del Nobel per la Fisica 2021 Giorgio Parisi, che si era dichiarato “favorevole all’agricoltura biologica”, ma “la biodinamica è altra cosa”, aveva sottolineato. (Il Sole 24 Ore). Dubbi, quelli di Parisi, accolti anche dal Presidente Mattarella: “Vorrei rassicurarla, professore, sull’agricoltura biodinamica di cui ha parlato. È una questione che sta in Parlamento e io, notoriamente, non posso pronunciarmi. Ma posso ben dire che, perché diventi legge, vi sono alcuni altri passaggi, anche parlamentari anzitutto, che rendono lontana questa ipotesi”.

Scientificamente inaccettabile” così il Presidente dell’Accademia Nazionale di Agricoltura (ANA) Giorgio Cantelli Forti, intervistato da Help Consumatori, aveva definito l’agricoltura biodinamica, “in quanto completamente avulsa dai principi di verifica sperimentale e di ripetibilità del dato come rigorosamente richiesto dalla Scienza. L’agricoltura biodinamica è anche completamente avulsa dai metodi di corretta produzione agricola in quanto il suo fondamento è costituito da pratiche esoteriche“.

Tra gli ultimi appelli anche quello di Cia-Agricoltori Italiani, che esprime oggi soddisfazione per l’approvazione alla Camera della legge per il biologico e per il recepimento delle sollecitazioni del mondo accademico e scientifico in merito alla questione del metodo biodinamico.

Associazioni: biodinamico continuerà ad essere presente

FederBio, AssoBio e Associazione Biodinamica si aspettavano un’approvazione definitiva della legge sul bio e chiedono, ora, di accelerare il passaggio al Senato. Esprimono, inoltre, delusione per l’approvazione dell’emendamento che elimina il termine biodinamico dal comma 3 dell’articolo 1.

 

biologico

 

“È veramente un peccato perché si tratta di un metodo agricolo e di prodotti che vengono sempre più coltivati e apprezzati in tutto il mondo – scrivono in una nota congiunta. – Ma nonostante questo emendamento, il biodinamico continuerà ad essere presente e sostenuto, come lo è stato fino ad oggi, in quanto pratica agronomica che si riconduce al metodo biologico, già riconosciuta fin dal primo Regolamento europeo del 1991 in materia di agricoltura biologica. Un riferimento normativo poteva costituire una tutela aggiuntiva per il consumatore, per prodotti che sono in costante crescita sul mercato”.

Questa legge è urgente e fondamentale per supportare la transizione ecologica dell’agricoltura italiana e sostenere i giovani e le imprese che hanno scelto questo modello agricolo – afferma Maria Grazia Mammuccini, Presidente di FederBio. – Ci sembra comunque paradossale che il giorno dopo l’inserimento in Costituzione di riferimenti alla tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi, si cerchi di umiliare un metodo produttivo basato sul totale rispetto della natura”.

L’agricoltura biodinamica è costitutiva del biologico, storicamente e giuridicamente – commenta, inoltre, Carlo Triarico, Presidente Associazione Biodinamica – Continuerà a lavorare, come da ottant’anni, per il bene del biologico e dell’agricoltura italiana”.

Triarico, intervistato da Help Consumatori nel luglio 2021, aveva spiegato come funziona la certificazione biodinamica Demeter, affermandone l’assoluta serietà: “L’agricoltura biodinamica è nata su solidi fondamenti scientifici non certo sulle stregonerie che si vuol far credere, e la sua certificazione avviene su disciplinari agronomici seri, tutti interni al regolamento europeo del biologico”.

I numeri del biologico

Nel 2021 gli acquisiti di prodotti bio Made in Italy hanno sfiorato il record di 7,5 miliardi di euro di valore, secondo quanto dichiarato da Coldiretti, Codacons, FederBio, Legambiente, e Slow Food. In Italia quasi due italiani su tre (64%) mettono prodotti bio nel carrello.

Un settore, quello del biologico, che ha registrato nel tempo una crescita esponenziale. Nell’ultimo decennio – spiegano Coldiretti, Codacons, Federbio, Legambiente e Slow Food – le vendite bio totali sono più che raddoppiate (+122%) secondo dati Biobank.

Il successo nel carello – concludono – sostiene l’aumento della produzione nazionale su 2 milioni di ettari di terreno coltivati, fornendo una spinta al raggiungimento degli obiettivi della strategia Farm to Fork del New Green Deal dell’Unione Europea, che punta ad avere almeno 1 campo su 4 (25%) dedicato al bio in Italia.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)