Povertà energetica fra famiglie con figli, nel 2021 sfiora l’8% (Foto: Rachel Claire su Pexels)

Povertà energetica delle famiglie con figli, nel 2021 sfiora l’8%

Quasi l’8% delle famiglie con figli in Italia non può permettersi di riscaldare adeguatamente casa. Il dato sulla povertà energetica è lontano dai picchi della crisi economica nel 2012 ma è tornato a salire. Ed è superiore alla media europea del 6,6%. L’analisi dell’Osservatorio #Conibambini sulla base dei dati Eurostat

Quasi l’8% delle famiglie con figli in Italia non può permettersi di riscaldare adeguatamente casa. Il dato sulla povertà energetica delle famiglie con figli è del 2021. Ma conta anche l’andamento del fenomeno negli ultimi anni. C’è stato infatti il picco della recessione, soprattutto nel 2021 quando superava addirittura il 20%; nel 2020 era il 7,5%; nel 2021 il dato nazionale sulla povertà energetica mostra i primi segnali di un’inversione di tendenza rispetto al periodo pre-pandemia, dopo il calo post recessione. L’analisi  viene dall’Osservatorio #Conibambini, realizzato da Con i Bambini e Openpolis nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, sulla base di un’elaborazione su dati Eurostat.

«Vivere in una casa confortevole è un fattore cruciale per la crescita sana di bambini e ragazzi – ricorda l’Osservatorio – Per questo è centrale la questione delle famiglie in povertà energetica, a maggior ragione se hanno dei minori a carico. Parliamo di quella condizione in cui un nucleo familiare non può permettersi le spese per riscaldare la propria abitazione in modo adeguato. Dopo aver raggiunto un picco nella prima metà degli anni ’10, la quota di famiglie con figli in questa situazione è progressivamente diminuita nell’ultimo decennio. Tuttavia i dati più recenti (2021) mostrano che questo trend potrebbe essersi interrotto».

 

Censis, la povertà energetica e la povertà digitale nell’Italia 2022 (fonte foto pixabay)

 

La povertà energetica delle famiglie con figli in Italia e in Ue

La quota di famiglie che dichiarano di non potersi permettere di riscaldare adeguatamente la casa è cresciuta dopo la crisi del 2008, sia in Italia che in Ue, raggiungendo il picco nella prima metà del decennio scorso. Nel 2012 era del 20,8%. Dopo la pandemia, nel 2021, la povertà energetica delle famiglie con figli ha raggiunto il 7,9%. Un valore che non va trascurato anche perché risulta superiore alla media europea dello stesso anno, pari al 6,6%, e a quella dei principali paesi europeai: in Germania la povertà energetica delle famiglie con figli risulta al 3,5%, in Francia al 5,8%. In Spagna invece il livello è superiore e arriva al 13,7%.

Il dato del 2021, sottolinea l’Osservatorio, evidenzia che si è interrotto il trend di diminuzione iniziato dopo il picco del 2012, anche se il valore è comunque lontano dai livelli raggiunti durante la crisi economica del 2008-2012 – era ancora del 18,2% nel 2013 e del 17,7% nel 2014.

L’andamento della povertà energetica andrà comunque monitorato proprio in virtù dell’impatto della nuova crisi economica ed energetica, specialmente sulle famiglie con bambini.

Non è semplice ricostruire il fenomeno della povertà energetica, spiega ancora l’Osservatorio. «Tuttavia vi sono due elementi da cui si può partire – aggiunge l’analisi – Il primo sono le necessità energetiche delle famiglie, che ovviamente dipendono da una pluralità di fattori. Dal clima presente sul territorio alla condizione abitativa, fino alla presenza di soggetti fragili nel nucleo familiare. Il secondo è la condizione economica: più è sfavorevole, maggiore sarà il rischio della famiglia di trovarsi in povertà energetica (ovviamente al netto di sussidi e aiuti economici disposti dalle istituzioni locali e nazionali per coprire le bollette)».

Ad esempio l’incrocio fra i dati sulle zone climatiche presenti in Italia e i livelli di reddito evidenzia che nell’8% dei comuni in zona climatica F, quella più fredda, oltre 4 contribuenti su 10 sono a basso reddito.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)