mascherina chirurgica

I prezzi delle mascherine: una chirurgica costa in media 2 euro

Mascherine, fortunato chi le trova. E con la tasche più leggere chi le compra. Forse un po’ tranchant come giudizio, ma fra cronache ed esperienze dirette di molti cittadini, sono proprio due le cose certe dell’affaire mascherine: non si trovano ovunque (in Lombardia sono diventate obbligatorie ma non si sa dove reperirle) e quando si trovano, costano parecchio. Di sicuro, hanno un prezzo abbondantemente superiore al prezzo di mercato di “prima”. Del periodo precedente la pandemia.

I prezzi al rialzo delle mascherine

Sulle mascherine sono subito partiti prezzi al rialzo, con rincari abnormi online. Le mascherine sono poi diventate, come dice Altroconsumo, «il nuovo oggetto del desiderio degli italiani». E proprio l’associazione ha fatto un’indagine nelle farmacie di otto città per capire prima di tutto se le mascherine fossero disponibili e poi quanto costassero.

Due dati spiccano su tutti: in oltre 4 farmacie su 10 le mascherine non c’erano. E i prezzi di una singola mascherina chirurgica variano da 50 centesimi a 6,50 euro, con una differenza che arriva al 1200%.

 

mascherina
Mascherine introvabili e care

 

Mascherine, introvabili nel 43% delle farmacie

«Nel 43% delle farmacie che abbiamo contattato in 8 città italiane, le mascherine non sono disponibili – denuncia nell’inchiesta Altroconsumo – Anche a Milano, dove la Regione Lombardia ha imposto di usare una mascherina o comunque di proteggersi quando si esce, ne è sprovvista quasi una farmacia su due. E, quando ci sono, si pagano caro: 2 euro in media per una mascherina chirurgica».

Mascherina protettiva ok, ma trovarle è una grande fatica. Altroconsumo ha provato a fare il punto telefonando a 122 farmacie e parafarmacie di otto città: Bari, Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma. Ha chiesto la disponibilità di mascherine, il prezzo e il tipo di dispositivo disponibile.

I farmacisti hanno tutti dato informazioni al telefono ma quello che è emerso, dice l’associazione, è una conferma dell’esperienza personale e individuale di molti cittadini: la fornitura di mascherine non è capillare e la situazione sul territorio è molto diversa.

«Ci sono città come Padova nelle quali le abbiamo trovate sempre e città come Roma e Palermo nelle quali sono risultate difficili da reperire – dice Altroconsumo – A Milano, capoluogo della Lombardia, Regione in cui dal 5 aprile è vietato uscire senza, quasi una farmacia su due ne è priva. Dato comune al resto d’Italia, dove nel 43% dei punti vendita non ci sono mascherine. Alcune farmacie ci hanno comunicato che sono in arrivo, ma in quasi nessun caso sono stati in grado di dare date certe o dare la possibilità al cliente di prenotarle in anticipo».

Stiamo parlando quasi sempre di mascherine chirurgiche o simili. I farmacisti hanno detto di avere soprattutto mascherine in carta, cotone, lavabili, a tre strati. Per le mascherine con filtro FPP2 e FPP3, la disponibilità è minore se non addirittura inesistente (per le FPP3).

I prezzi delle mascherine chirurgiche: da 50 cent a 6,50 euro (l’una)

I prezzi delle mascherine rivelano poi una situazione definita “incontrollata”. Ci sono casi in cui i farmacisti le danno contingentate ma in regalo, dice l’associazione, e casi con rialzi di prezzo enormi.

In media una chirurgica costa 2 euro l’una.

«Le differenze – denuncia ancora Altroconsumo – sono apparentemente ingiustificabili: in una farmacia di Napoli (abbiamo chiamato due volte per essere sicuri) una mascherina da loro definita “chirurgica” viene venduta a 6 euro e 50 al pezzo, ben il 1200% in più rispetto ai 50 centesimi del minimo venduto a Milano. In media, una mascherina chirurgica è venduta a circa 2 euro al pezzo, una FPP2 a quasi 10 euro e una FPP3 (l’abbiamo trovata in un solo punto vendita) a 35 euro».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

1 thought on “Prezzi delle mascherine, ci sono differenze fino al 1200%

  1. ho acquistato ai primi di Aprile, in Liguria, in una farmacia, una mascherina al costo di € 8,50 confezionata in una busta con tutte scritte in Cinese e solo un adesivo con “CE FFP2 EN149.2001-A1.2009” !!.

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: