La sfida dell'eccesso ponderale e del consumo di frutta e verdura in Italia: 4 adulti su 10 in eccesso di peso, 1 su 10 obeso (Foto Pixabay)

I dati recenti della sorveglianza “Passi e Passi d’Argento” dell’Istituto Superiore di Sanità, relativi al biennio 2022-2023, dipingono un quadro preoccupante della salute degli italiani: secondo questi studi, ben quattro italiani su dieci sono in eccesso ponderale, con uno su dieci che è classificato come obeso. Inoltre, il consumo delle raccomandate cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura non decolla, con meno di una persona su due che ne consuma circa tre porzioni al giorno. Solo il 7% degli italiani raggiunge le cinque porzioni consigliate, mentre il 52% si ferma a una o due porzioni al giorno e il 38% a tre o quattro.

Il dato che quattro adulti su dieci siano in eccesso ponderale (tre in sovrappeso e uno obeso) è allarmante. Questa condizione è più comune tra gli uomini, le persone con difficoltà economiche, e quelle con un basso livello di istruzione. Inoltre, alcune regioni del sud Italia, come Molise, Campania, Basilicata e Puglia, detengono il triste primato per la più alta percentuale di persone in eccesso ponderale, sfiorando la metà della popolazione residente.

Le analisi temporali non mostrano variazioni significative a livello nazionale, ma rivelano tendenze diverse a livello regionale. Il sovrappeso aumenta nel sud, mentre l’obesità cresce nel Nord. Questo aumento è particolarmente marcato tra i giovani (18-34 anni), mentre tra i 50-69enni entrambe le condizioni tendono a ridursi. Fra le donne, il sovrappeso è in aumento, mentre l’obesità non mostra differenze di genere.

Il consiglio medico e la perdita di peso

Meno della metà degli intervistati in eccesso ponderale riferisce di aver ricevuto dal proprio medico il consiglio di perdere peso, con un’attenzione maggiore verso le persone obese piuttosto che quelle in sovrappeso. Tuttavia, il parere medico è valutato positivamente: il 46% delle persone in eccesso ponderale che ha ricevuto il consiglio di perdere peso segue una dieta, contro il 17% di coloro che non hanno ricevuto tale consiglio.

Tra gli over 65, più della metà (56%) è in eccesso ponderale, con il 41% in sovrappeso e il 15% obeso. Con l’avanzare dell’età, specie negli over 75, si osserva un calo ponderale fisiologico: aumenta la quota di anziani che perdono peso in modo involontario, dichiarando di aver perso più di 4,5 kg o più del 5% del proprio peso negli ultimi 12 mesi.

Consumo di frutta e verdura: un’abitudine ancora poco diffusa

Il consumo di almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno resta un’abitudine rara, coinvolgendo meno del 9% della popolazione, con un trend in calo soprattutto negli ultimi anni. Questo calo è particolarmente evidente nelle regioni settentrionali, mentre nel Centro Italia si era osservato un aumento dal 2008 al 2016, poi arrestatosi e iniziato a scendere come nel resto del Paese.

Differenze regionali e di genere

L’adesione al consumo delle porzioni raccomandate di frutta e verdura è significativamente più bassa nel Centro-Sud rispetto al Nord Italia, con l’eccezione della Sardegna, dove il consumo di cinque porzioni al giorno è tra i più alti (11%). Le donne e le persone con minori problemi economici mostrano una maggiore propensione a seguire le linee guida per una corretta alimentazione. Inoltre, l’abitudine al consumo di frutta e verdura aumenta con l’avanzare dell’età, ma si arresta negli over 65, dove la percentuale di persone che consumano almeno tre porzioni al giorno ha raggiunto nel 2023 il valore più basso dal 2016.

I dati della sorveglianza Passi e Passi d’Argento evidenziano l’importanza di promuovere stili di vita salutari e la necessità di interventi mirati per contrastare l’eccesso ponderale e incentivare il consumo di frutta e verdura. La collaborazione tra medici, istituzioni e cittadini è fondamentale per invertire queste tendenze e migliorare la salute della popolazione italiana.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)