Arriva da oltreoceano l’allarme circa i possibili rischi dei tatuaggi all’hennè. La Food and Drug Administration, infatti, ha lanciato un’allerta secondo cui questi tatuaggi provocherebbero arrossamenti e bruciori persistenti, vesciche, lesioni, sensibilità al sole, bruciature e cicatrici indelebili, fino al ricovero in pronto soccorso. Le reazioni avverse possono comparire subito dopo avere effettuato il tatuaggio o a distanza di qualche settimana, e persistono nel tempo. “Solo perché un tatuaggio è temporaneo non significa che sia esente da rischi” ha spiegato l’esperta della FDA sottolineando che “l’henné è un colore rosso-marrone fatto con le polveri di una pianta che cresce nelle regioni africane e in Asia, ma i tatuaggi comunemente detti all’henné contengono anche altri componenti, come la p-phenylenediamine, che causano un gran numero di reazioni pericolose”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)