Cosa accade se un chirurgo si rifiuta di operare? Per l’Ordine dei Medici non si tratta di un ilelcito professionale. “Siamo sconcertati” commenta il CODICI aggiungendo che “il carattere lobbistico di certi enti non fa altro che determinare una mancanza di fiducia da parte degli utenti, che si sentono soli nella lotta al diritto alla propria salute”. L’associazione, infatti, dopo aver appreso del rifiuto di un chirurgo di una clinica romana di operare un paziente che si era rivolto per ‘rimediare’ ad un errore medico denunciato, si era rivolta all’Ordine dei Medici per denunciare l’accaduto. Secca la risposta: “Non siamo di fronte ad un illecito disciplinare” fanno sapere dall’ente.
L’Associazione ritiene molto grave la  presa di posizione dell’Ordine dei Medici, che sembra difendere la propria causa nonostante la rilevanza dei fatti riportati dalle cronache. I casi di malasanità che colpiscono il nostro sistema sanitario sono numerosi, anche considerando che non sempre le vittime hanno la forza di denunciare. La situazione è sotto gli occhi di tutti: le falle della sanità italiana sono evidenti e, anche se è importante non generalizzare, è necessario anche che chi sbaglia paghi le conseguenze delle proprie azioni, senza l’appoggio di organizzazioni di categoria che prendono le parti dei loro associati prima di verificare i fatti.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)