Buone notizie per i risparmiatori italiani coinvolti nel default argentino del 2001: sono arrivati i pagamenti diretti per tutti gli obbligazionisti italiani coinvolti nel crack e tutelati dalla Task Force Argentina costituita dall’ABI, come previsto dal recente accordo di rimborso con il Governo di Buenos Aires. Lo comunica il Presidente della Tfa, Nicola Stock, dichiarandosi pienamente soddisfatto per la conclusione di una vicenda a beneficio dei risparmiatori italiani.
 
Sulla base dell’Accordo con l’Argentina i 50.000 risparmiatori italiani hanno ricevuto il pagamento di un importo pari al 150% del valore nominale originario delle obbligazioni in default. La media dei pagamenti ruota attorno ai 25.000 euro così ripartite geograficamente secondo le analisi in via di completamento:

  • 72% Nord;
  • 22,4% Centro;
  • 5,6% Sud.

La classe di età maggiormente coinvolta tra i 56 ed i 65 anni.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)