Farmaci da banco e e-commerce

Farmacie abusive e farmaci spacciati come cura per il Coronavirus

8.379 milioni di euro: tanto hanno speso gli italiani nel 2018 per l’acquisto di farmaci. Secondo il rapporto 2018 sull’utilizzo dei farmaci in Italia realizzato dall’AIFA – l’Agenzia Italiana del Farmaco – il consumo di medicinali negli ultimi 14 anni ha mostrato un andamento crescente, passando dalle 763,8 DDD – defined daily dose (dose definita giornaliera) – per 1000 abitanti del 2004 alle 978,8 DDD del 2018, pari ad un incremento del +28,1%.

In particolare, ad influire sulla variazione, è stato l’aumento della spesa per l’acquisto di medicinali per automedicazione (+12,4%) e per i farmaci di classe C con ricetta (+2,2%); si è ridotta, invece, la spesa dei farmaci erogati degli esercizi commerciali (-7,0%).

Considerando che i prezzi dei farmaci sono in crescita – +23,1%, secondo i dati AIFA– appare chiara la motivazione per cui i cittadini iniziano a muoversi online anche per questa categoria merceologica. 

 

Farmaci da banco, Il consumo in Italia
Farmaci da banco, il consumo in Italia

Le possibilità di risparmio

Idealo, portale di comparazione prezzi, ha aperto una nuova categoria per aiutare i consumatori ad risparmiare. I farmaci che consentono il risparmio massimo medio maggiore sono gli antistaminici che a giugno possono essere acquistati anche al 31,8% in meno rispetto al mese meno conveniente (settembre).

Vi sono poi gli antidolorifici, con un risparmio del  -19,9%, i farmaci per il diabete (-19,6%) e i farmaci cardiovascolari (-18,2% sul prezzo medio mensile più alto della categoria). Come sempre ogni prodotto ha un proprio mese più conveniente, in generale si può però affermare che giugno è il mese più vantaggioso (-8,1%) per l’acquisto online dei medicinali, dicembre quello più caro. 

 

Farmaci da banco online, più richiesti
Farmaci da banco online, più richiesti

La tipologia di utente che cerca i farmaci online

Rispetto alle ricerche di altri prodotti online – dove le percentuali di ricerche effettuate da donne sono quasi il doppio rispetto a quelle della controparte maschile – nel caso dei medicinali le ricerche femminili e maschili non sono poi così diverse: 57,7% effettuate da donne e 42,3% effettuate da uomini.

Le fasce della popolazione più coinvolte quella tra i 25 e i 34 anni (21,7%) e in una posizione leggermente inferiore quella tra i 35 e i 44 anni (21,0%); seguono poi gli adulti tra i 45 e i 54 anni (19,8%) e tra i 55 e i 64 anni (16,1%).

Fanalino di coda – ma comunque con una percentuale abbastanza significativa– sono gli over 65 (13,6%) e i ragazzi tra i 18 e i 24 anni (7,8%).

“Abbiamo aperto questa nuova categoria rispondendo ad una sempre maggiore richiesta degli utenti italiani di avere disponibili con un click anche i prodotti farmaceutici e parafarmaceutici, utili in particolar modo in questo periodo dell’anno – ha commentato Fabio Plebani, Country Manager per l’Italia di idealo. 

“Da ora è possibile comparare prezzi e prodotti dei farmaci da banco, come ad esempio aspirine o tachipirine, che gli e-consumer possono ricevere non solo comodamente a casa – utile soprattutto quando si è ammalati -, ma anche al miglior prezzo disponibile sul mercato. In ogni caso, consigliamo di utilizzare i medicinali con parsimonia e anche per i farmaci da banco è sempre consigliabile consultare un medico o un farmacista prima dell’acquisto.” 

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)