L’Autorità garante per l’infanzia l’adolescenza e la Federazione Italiana medici pediatri (FIMP) hanno siglato un’intesa contro il maltrattamento e l’abuso al fine di intercettare segnali di trascuratezza, negligenza e ogni altra forma di pregiudizio a danno di bambini e ragazzi e sollecitare interventi azioni raccordo con le istituzioni. L’accordo punta a diffondere la cultura dell’infanzia e dell’adolescenza via promuovere iniziative di sensibilizzazione.

Contro il fenomeno degli abusi il Garante, Filomena Albano ,sollecita prevenzione e interventi precoci: “questo è proprio quello che insieme alla FIMP ci proponiamo di fare promuovendo la rete nazionale pediatrica. I pediatri di libera scelta, infatti, per il rapporto di fiducia che instaurano con le famiglie e per la loro sensibilità professionale, possono prima di ogni altro intercettare segnali di disagio e sofferenza e promuovere l’adozione dei provvedimenti più opportuni”.

Sebbene il maltrattamento degli abusi dell’infanzia siano temi non trattati durante il percorso degli studi di un medico, la responsabile nazionale FIMP, Paola Miglioranzi, sottolinea come sia difficile “riconoscere una situazione che non si conosce. Il disagio sociale che colpisce il nostro Paese è un fattore di rischio importante di cui non ci dobbiamo dimenticare. La sofferenza vissuta dal bambino nei casi di maltrattamento e abuso, ancor più se non riconosciuta, ha importanti ripercussioni sulla sua salute fisica e mentale”.

Scrive per noi

Silvia Biasotto
Silvia Biasotto
Sono quello che mangio. E sono anche quello che scrivo, parafrasando Ludwig Feuerbach. Nella mia vita privata e nella mia professione ho sempre amato conoscere, sperimentare e scrivere di cibo. La sicurezza e la qualità alimentare sono le principali tematiche di cui mi occupo ad Help Consumatori oltre che la tutela del cittadino in generale. Una passione che mi accompagna in questa redazione sin dal 2005 quando sono giunta sulla tastiera di HC a seguito del tirocinio del primo Master universitario in tutela dei consumatori presso l’Università Roma Tre. E ovviamente la mia tesi fu sulla Sicurezza dei prodotti!

Parliamone ;-)