Continua la mobilitazione dei pendolari di Minturno e degli utenti del sud pontino per la tratta ferroviaria Roma-Napoli. Il prossimo appuntamento sarà sabato 3 dicembre, presso il liceo scientifico Alberti di Minturno, per decidere sull’adozione del nuovo orario dei treni in vigore da dicembre. I pendolari sono sul piede di guerra da tempo: denunciano che col nuovo orario Trenitalia, in vigore dal prossimo 11 dicembre, ci sarà una forte riduzione dei collegamenti ferroviari con Roma

treno-pendolariLe ultime richieste presentate dal Comitato Pendolari Stazione Minturno, dal Gruppo Interassociativo Terranima e dalla Confconsumatori-Latina sono state presentate lunedì scorso presso l’Assessorato alle Politiche del Territorio e Mobilità della Regione Lazio, al cui tavolo erano presenti gli Uffici Regionali, Trenitalia e le rappresentanze dei pendolari. Sono state evidenziate le criticità del nuovo orario in vigore dal prossimo 11 dicembre. “Con questo nuovo orario – spiegano i pendolari di Minturno, Terranima e Confconsumatori Latina – il sevizio subirà una riduzione in buona parte della utenza della stazione di Minturno Scauri e riduzioni più limitate anche per le altre stazioni intermedie, il tutto in netta contraddizione con l’accordo pubblicato il 10/10/2016 dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l’Amministratore delegato di Trenitalia. In questo accordo la Regione e Trenitalia si impegnavano nell’aumento significativo dei trasporti su ferro relativamente a tutti i percorsi regionali e con particolare  attenzione verso i pendolari”.

“Dall’incontro di lunedi scorso – proseguono – è emerso innanzitutto la disponibilità degli uffici regionali a valutare nel merito le richieste formulate, compatibilmente alla loro fattibilità tecnica nell’ambito del modello orario progettato. In altri termini è stata respinta la formulata richiesta di ulteriore implementazione di nuovi treni con collegamento diretto Minturno-Roma, né tantomeno sono state date rassicurazioni sulla possibilità, che per tutti quei collegamenti strutturati con cambio a Formia, la coincidenza prevista possa attendere l’eventuale ritardo del treno proveniente da Napoli, problematica questa che riguarda circa il 50% dei collegamenti Minturno-Roma e viceversa”. Per discutere della questione è stata dunque indetta un’assemblea pubblico dei pendolari. L’appuntamento sarà sabato 3 dicembre alle ore 15.00 presso il Liceo Scientifico “L.B.Alberti” di Minturno. “In questa occasione – spiegano i promotori – si potranno confrontare la Regione Lazio, Trenitalia e i cittadini e potrà essere illustrato ulteriormente l’intero impianto del nuovo progetto orario, quindi raccolte le osservazioni della platea, i cittadini potranno decidere sull’adozione del nuovo orario o sospensione della sua entrata in vigore”.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)