Multa Antitrust, EstEnergy conferma la correttezza del proprio operato (Foto di Christian Oehlenberg da Pixabay)

EstEnergy “conferma la correttezza del proprio operato” e impugnerà la multa dell’Antitrust davanti al Tar. È quanto ribadisce in una nota la società di vendita energy del Gruppo Hera, operativa prevalentemente nel Nord-Est, che risponde in questo modo alla sanzione dell’Antitrust. Il Garante della Concorrenza ha infatti multato EstEnergy per 1 milione di euro perché ha inviato una comunicazione ai clienti in cui si congratulava per la scelta di offerte energia a prezzo fisso. Ma per molti utenti le condizioni dei contratti erano invece a prezzo variabile indicizzato o lo sarebbero diventate a breve.

EstEnergy: inviato messaggio di rettifica prima del procedimento Antitrust

«In merito al provvedimento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), che ha riscontrato una scarsa tempestività di EstEnergy nelle iniziative di rettifica poste in essere nei confronti di circa 33.000 clienti – che avevano ricevuto, a causa di un disguido informatico, una comunicazione errata sulle loro condizioni di fornitura – l’Azienda ritiene di avere operato correttamente», ribadisce EstEnergy annunciando che «intende impugnare il provvedimento dell’AGCM dinanzi al Giudice amministrativo».

«A conferma della correttezza del proprio operato – prosegue la nota dell’azienda – si evidenzia che EstEnergy ha provveduto a inserire un messaggio di rettifica nelle bollette dei clienti interessati già nel mese di maggio 2022, ben prima dell’avvio del procedimento da parte dell’Autorità. La stessa AGCM ha ridotto di oltre il 70% la sanzione amministrativa in considerazione delle iniziative spontaneamente attuate dalla Società nei confronti dei clienti».


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)