Dalla scorsa settimana, chi acquista veicoli a basse emissioni può beneficiare di un rimborso per la spesa aggiuntiva. Infatti, è ora possibile accedere agli incentivi per l’acquisto di autoveicoli a metano o GPL, elettriche ed ibride, per i quali lo Stato ha stanziato 120 milioni di euro fino al 31.12.2015. Per gli incentivi vale il principio del “chi prima arriva, meglio alloggia”.
Gli incentivi ammontano al 15-20% del prezzo d’acquisto, con importi massimi che vanno dai 1.800 ai 5.000 euro. Gli importi dipendono dalle emissioni di anidride carbonica: più basse le emissioni, più alto l’incentivo. “I 40 milioni previsti per il 2013 saranno esauriti in fretta, in quanto vi sono parecchie limitazioni. Considerando questo, l’incentivo alla mobilità sostenibile è piuttosto magro” così il commento del Centro Tutela Consumatori Utenti (CTCU).
Per poter beneficiare degli incentivi bisogna, nella maggior parte dei casi, rottamare un veicolo vecchio; inoltre, la concessionaria deve dotarsi di apposita registrazione. E’ anche la stessa concessionaria a prenotare gli incentivi e svolgere l’aspetto pratico. Per maggiori informazioni rimandiamo al sito ufficiale www.bec.mise.gov.it, dal quale si può anche desumere l’importo di incentivi ancora disponibile.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)