Il CODICI ha predisposto l’invio di esposti alle Procure dove hanno sede quelle aziende farmaceutiche che, pur avendo aumentato la produzione del 10-20%  non rifornisco le farmacie italiane preferendo la più remunerativa vendita all’estero. “Chiediamo sanzioni esemplari e la sospensione dell’autorizzazione a produrre i farmaco nei confronti di quelle aziende che forniscono grossi lotti a grossisti senza scrupoli  facendo venir meno l’approvvigionamento dei farmaco nel nostro paese” spiega Ivano Giacomelli, segretario nazionale del CODICI, che considera tardivo l’intervento di ieri del Ministero della Salute: “Di fronte allo straguadagno dei grossisti senza scrupoli non bastano i richiami ma servono sanzioni esemplari”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)