Il tribunale di Bari ha condannato la Banca Nazionale del Lavoro a risarcire una coppia di pensionati pugliesi che nel 2005 aveva investito i propri risparmi in obbligazioni Lehman Brothers, titoli emessi dalla banca d’affari americana il cui fallimento nel 2008 aveva dato inizio alla attuale crisi economico-finanziaria. Si legge nella sentenza: “La Banca, prima dell’ordine scritto di acquisto dei titoli in oggetto … non aveva mai provveduto a consegnare … il documento sui rischi, così come previsto dalla … delibera Consob” né la banca aveva “accertato il profilo di rischio dei clienti, secondo quanto espressamente prescritto da detta normativa”.
“Si chiude così dopo quattro anni questa coraggiosa battaglia giudiziaria degli anziani coniugi baresi – ha dichiarato  Massimo Melpignano, vice presidente Adusbef per la Puglia che ha seguito in giudizio i due pensionati – che non hanno mai smesso di credere nella Giustizia e nella affermazione del diritto. Siamo soddisfatti per questa vittoria, ma il pensiero non può non andare alle tantissime vittime del sistema bancario che ancora lottano indomite per tutelare i propri diritti contro un sistema bancario spesso cieco e prepotente con i deboli”
Il testo integrale della sentenza è pubblicato sul sito Adusbef www.adusbef.bari.it ed a disposizione di tutti affinché venga utilizzato come precedente nelle migliaia di cause pendenti in tutta Italia.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)