Anche il Codacons interviene in merito all’operazione di ricapitalizzazione di Monte dei Paschi di Siena attraverso la conversione dei bond in azioni Mps, accessibile anche agli obbligazionisti retail, e presenta formale diffida alla Consob.

“Si registra grande preoccupazione da parte dei risparmiatori titolari di bond subordinati Mps”, spiega il presidente Carlo Rienzi.Si tratta di 40mila soggetti che hanno investito complessivamente 2 miliardi di euro, e che devono essere pienamente tutelati dalla Consob. Per questo abbiamo inviato oggi una formale diffida alla Commissione chiedendo di adottare tutti gli atti, provvedimenti ed istruttorie del caso allo scopo di tutelare il mercato ed i risparmiatori, adoperando senza cedimenti tutti i poteri di vigilanza e controllo riconosciuti all’Autorità”.

Inoltre, il Codacons ha chiesto alla Consob di partecipare al procedimento sulla conversione, in rappresentanza dei risparmiatori italiani coinvolti nell’operazione. “Ci riserviamo fin da ora la possibilità di impugnare al Tar il via libera della Consob alla ricapitalizzazione di Mps chiedendone la sospensione, se riterremo non adeguatamente tutelati gli interessi dei piccoli risparmiatori”, conclude Carlo Rienzi.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)