SALUTE. Ragusa, malasanità: Confconsumatori pronta a costituirsi parte civile

Confconsumatori è pronta a costituirsi parte civile nel procedimento penale contro il reparto di chirurgia generale dell’Ospedale civile di Ragusa: le cronache dei giorni scorsi parlano infatti di medici denunciati per alterazione delle liste di attesa, per aver indotto i pazienti ad essere operati a pagamento, soprattutto per l’accusa di aver asportato ad alcuni pazienti organi sani per aumentare importanza e costo dell’intervento. Alla luce di tutto questo, "Confconsumatori manifesta il proprio sdegno per una vicenda in cui la malattia è usata come strumento di guadagno ed è trattata con cinismo e indifferenza, con conseguenti inutili, ulteriori, sofferenze per i pazienti".

Come si legge in una nota, "di fronte a questi gravi fatti, in cui il denaro risulta essere più importante della salute delle persone, Confconsumatori ribadisce il proprio impegno per la tutela dei cittadini e ricorda, a tutti coloro che siano stati vittime di questo caso di malasanità, la possibilità di segnalarlo presso le sedi dell’associazione. L’avv. Samantha Nicosia Responsabile provinciale e l’avv. Carmelo Calì, presidente Confconsumatori Sicilia dichiarano che l’associazione sarà a disposizione di coloro che volessero costituirsi parte civile nel procedimento penale contro i responsabili di tali reati".

Comments are closed.