1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Assicurazioni’

TopNews. Assicurazioni, Ivass: fra le nuove tendenze le micropolizze via app su smartphone

sabato, 17 novembre, 2018

Nelle nuove tendenze delle assicurazioni ci sono le micropolizze attivabili con un’app direttamente dallo smartphone. Ci si può assicurare per un bisogno circoscritto, come il rischio di ritardo di un viaggio aereo. Oppure si può assicurare lo smartphone, il tablet appena comprato, la lavatrice di ultima generazione. Il lancio di nuovi prodotti assicurativi nei primi sei mesi del 2018 è il focus di un report dell’Ivass, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, che evidenzia le nuove tendenze sul mercato dei prodotti assicurativi. (altro…)



Polizze dormienti, CTCU: 900.000 posizioni da verificare in Italia e all’estero

mercoledì, 14 novembre, 2018

Sono 900.000 le posizioni assicurative potenzialmente dormienti. Si tratta soprattutto di assicurazioni per il caso di morte, in cui si deve verificare se l’assicurato sia deceduto nel periodo 2007-2016 per le quali si stanno ricercando i possibili beneficiari non solo in Italia, ma anche all’estero, nell’Unione europea. (altro…)



Auto: 5 milioni di Euro 3 a rischio stop. Facile.it: al Sud sono il 20% del totale

mercoledì, 14 novembre, 2018

Sono quasi cinque milioni le auto diesel Euro 3 e inferiori che risultano ancora iscritte nei registri della motorizzazione: il 12,9% dell’attuale parco auto private destinate al trasporto persone presente in Italia. Il dato emerge dall’analisi realizzata da Facile.it che ha evidenziato come le Euro 3 o inferiori siano quasi un terzo (29,89%) delle auto private alimentate a gasolio ancora potenzialmente in circolazione. Va detto che parte di questi veicoli, anche se iscritti nei registri della motorizzazione, potrebbero non essere più in uso, ma è pressoché impossibile conoscerne il numero preciso. (altro…)



Codacons: no all’assicurazione obbligatoria contro catastrofi naturali

giovedì, 8 novembre, 2018

“No alle assicurazioni obbligatorie contro le catastrofi naturali”. È la posizione espressa oggi dal Codacons, che si dice contrario a qualsiasi ipotesi di assicurazione obbligatoria contro le calamità naturali. La reazione scaturisce dalle dichiarazioni di Maria Bianca Farina, presidente dell’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (Ania). Per l’Ania in Italia “sulle catastrofi naturali serve una soluzione strutturale, una soluzione di sistema, che oggi ancora non c’è”. E va presa in considerazione una partnership pubblico-privato. (altro…)



Assicurazioni, Konsumer al Governo: “Servono polizze per catastrofi naturali”

lunedì, 5 novembre, 2018

Serve un intervento della politica per rendere obbligatorie le polizze per catastrofi naturali sugli immobili. È quanto scrive Konsumer Italia al presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una lettera aperta nella quale si chiede di non ripetere “l’immobilismo degli ultimi Governi”. L’associazione, scrive il suo presidente Fabrizio Premuti, “chiede al Governo di intervenire sulla materia con grande urgenza concertando con le imprese assicurative e con i consumatori un sistema mutualistico di garanzie che ne elimini le possibilità di speculazioni”.
(altro…)



Assicurazione furto- incendio auto, Facile.it: a Napoli più 200% rispetto a Milano

lunedì, 29 ottobre, 2018

Quanto varia il costo dell’assicurazione auto per furto e incendio? Tantissimo. Da una città all’altra si può arrivare una differenza di oltre il 280%. La sola assicurazione contro il furto d’auto a Napoli costa il 200% in più rispetto a Milano, a Roma il 40% in più rispetto a Torino. Il dato viene da Facile.it che ha analizzato il fenomeno confrontando i costi della garanzia accessoria furto-incendio in alcune delle principali città capoluogo e scoprendo che la differenza di prezzo tra una zona e l’altra del Paese può essere davvero enorme. (altro…)



Rc Auto, UNC: no a compensazioni tra Napoli e Bolzano

venerdì, 19 ottobre, 2018

In materia di Rc Auto l’Unione Nazionale Consumatori punta il dito contro la norma, prevista nella manovra, che prevedrebbe “un meccanismo di compensazione inefficiente, considerato che è normale che un’impresa consideri nel calcolo del premio la sinistrosità di quella zona. (altro…)



Rc auto, Codacons: bene decreto per eliminare disparità tra Nord e Sud

martedì, 16 ottobre, 2018

Tra le tante novità che il Decreto fiscale, approvato ieri dal Governo, promette di introdurre trova spazio anche una maggiore equità sul fronte del costo dell’Rc Auto. (altro…)



Brexit: cosa succederà agli italiani assicurati con imprese UK

martedì, 9 ottobre, 2018

Cosa succederà ai contratti assicurativi stipulati dai cittadini europei con imprese del Regno con l’uscita di quest’ultimo dall’Ue? La Brexit infatti ha portato con sé un’ondata di timori su più fronti. I vari mercati di settore si stanno perciò preparando ad affrontare l’evento cercando di tutelare gli interessi degli investitori. Il 25 giugno 2018 l’EIOPA (Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali) ha richiamato l’attenzione sulla necessità che le imprese di assicurazione e gli intermediari assicurativi europei informino i clienti sul possibile impatto della Brexit.  (altro…)



Polizze vita dormienti: IVASS estende l’indagine

giovedì, 27 settembre, 2018

L’IVASS estende l’indagine sulle polizze vita dormienti alle compagnie assicurative estere. È una decisione volta a garantire analoga tutela ai cittadini indipendentemente dal fatto che si siano assicurati con un’impresa italiana o estera. (altro…)



TopNews. Rc auto, CGUE: auto deve essere assicurata anche se lasciata ferma

sabato, 8 settembre, 2018

Deve essere coperto da assicurazione rc auto anche il veicolo che non è stato ritirato ufficialmente dalla circolazione ma viene lasciato fermo su un terreno privato perché il proprietario non ha più intenzione di guidarlo. A stabilirlo è la Corte di Giustizia dell’Unione europea, che si è pronunciata su un caso avvenuto in Portogallo, scaturito da un incidente letale fatto con un’auto che la proprietaria aveva lasciato non più utilizzata nel cortile di casa. (altro…)



TopNews. Polizze vita dormienti, Ivass: risvegliate 190 mila, pagati 3,5 miliardi euro

sabato, 8 settembre, 2018

Le polizze vita dormienti “risvegliate” sono quasi 190 mila per un totale di 3,5  miliardi di euro già pagati ai beneficiari o in via di pagamento. L’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni lo aveva già annunciato durante la relazione annuale dello scorso giugno. Ora l’Ivass ha pubblicato online l’indagine aggiornata sul risveglio delle polizze potenzialmente dormienti, quelle in sonno, di cui si è persa traccia, entrate in una sorta di limbo dopo la morte del sottoscrittore. (altro…)



Ivass: Euro Insurances Dac segnalata per commercializzazione polizze false

venerdì, 31 agosto, 2018

L’Ivass rende noto che l’impresa con sede in Irlanda (Dublino, Ground Floor Lesaeplan House, Central Park Leopardstown, 18) Euro Insurances Dac ha segnalato la commercializzazione in Italia di polizze fideiussorie false intestate alla stessa. (altro…)



Forum Ania-Consumatori: online la guida “L’assicurazione salute”

lunedì, 30 luglio, 2018

Arriva il quinto volume della collana “L’Assicurazione in chiaro”, realizzata dal Forum ANIA-Consumatori con l’obiettivo di promuovere l’informazione e la cultura assicurativa tra i cittadini. La nuova pubblicazione si intitola “L’assicurazione salute” ed è dedicata alle polizze che permettono di tutelare dalle spese derivate da possibili eventi sanitari, quali un esame diagnostico, un ricovero in ospedale, un intervento operatorio, una malattia seria e l’invalidità, alleggerendo l’impegno economico richiesto. (altro…)



TopNews. Risparmio e finanza, Doxa: italiani sotto-assicurati

sabato, 14 luglio, 2018

Oltre metà degli italiani non riesce a risparmiare. Ma questa percentuale, che si attesta al 52,7% nel 2018, è in diminuzione rispetto agli ultimi e al massimo storico del 2012, quando aveva toccato quota 61,3%. Per trovare una percentuale più bassa bisogna tornare al 2007, quando era poco più della metà (50,9%). Aumentano i risparmiatori e aumenta anche la percentuale di chi dichiara un reddito sufficiente per il proprio tenore di vita. Gli italiani rimangono però sotto-assicurati. Per una sottostima dei rischi. E per bassi livello di reddito. A dirlo è una recente indagine su risparmio e scelte finanziarie degli italiani 2018 realizzata da Doxa per conto del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo. (altro…)



Rc auto, Ania: prezzi in flessione del 2,5%. Meno 27% in cinque anni

mercoledì, 4 luglio, 2018

Assicurazioni rc auto in flessione del 2,5% nell’ultimo anno. E meno 27% in cinque anni. La differenza col resto dell’Europa si è attenuata ed è passata a 78 euro. Questo i dati diffusi oggi dall’Ania,  Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici, durante la relazione annuale. La richiesta degli assicuratori è ora quella di semplificare le regole chiarendo i limiti entro cui le compagnie possono usare i dati dei clienti e trovando il “giusto equilibrio” fra riservatezza dei clienti e uso dei loro dati da parte degli assicuratori. / Consumatori: prezzi ancora troppo alti e differenze con l’Europa (altro…)



Estate2018. Restano a casa 8mln di italiani, Facile.it: chi parte si “assicura”

mercoledì, 4 luglio, 2018

Sono 8,3 milioni i nostri connazionali che quest’anno non partiranno per le ferie estive, vale a dire poco meno di 1 italiano adulto su 5. Il momento di staccare la spina e godersi le meritate vacanze sta per arrivare per molti italiani, ma il 64% dovrà rinunciare a partire soprattutto per motivi di natura economica. (altro…)



Ania, rc auto giù. Consumatori: prezzi ancora troppo alti e differenze con Europa

mercoledì, 4 luglio, 2018

Consumatori poco convinti dei dati diffusi oggi dall’Ania sulla diminuzione dei prezzi dell’rc auto. Gli assicuratori parlano di una flessione del 2,5% nell’ultimo anno e del 27% in cinque anni e di una riduzione della differenza col resto d’Europa, scesa da 213 a 78 euro. Per il Codacons le tariffe rc auto “hanno ripreso a crescere nel 2018”. Per l’Unione Nazionale Consumatori il divario con l’Europa si attesta ancora a 117 euro. (altro…)



TopNews. Ivass: Rc auto, in 5 anni meno 100 euro. Consumatori: non basta ancora

sabato, 30 giugno, 2018

Costo medio dell’Rc auto in flessione di oltre 100 euro dal 2013 al 2017. Scatola nera ormai diffusa nel 20%  delle polizze, ma con punte nel 60% nel Sud Italia. 190 mila polizze “dormienti” che sono state risvegliate e hanno dato luogo a pagamenti pari a 3,5 miliardi di euro per i beneficiari. / La reazione dei Consumatori (altro…)



Ivass, Konsumer Italia: “Tutelare i consumatori, coinvolgere le associazioni”

giovedì, 28 giugno, 2018

“Continueremo a impegnarci per la costruzione di un mercato assicurativo sempre più trasparente, virtuoso e caratterizzato da una sana concorrenzialità basata sulla qualità delle polizze e sulla loro effettiva adeguatezza alle esigenze dei consumatori”: così Konsumer Italia commenta la relazione annuale Ivass. L’associazione si sofferma soprattutto su due fra i tanti temi toccati dal presidente dell’Istituto Salvatore Rossi: i cambiamenti portati dalla tecnologia nel settore delle assicurazioni e lo spostamento dal mercato delle polizze vita a quello di prodotti potenzialmente più remunerativi ma anche più rischiosi. (altro…)



Ivass, Consumatori: Rc auto giù, bene ma non basta

mercoledì, 27 giugno, 2018

Polizze Rc auto in calo: bene ma non basta. Questo il tenore dei commenti che arrivano dalle associazioni dei consumatori di fronte ai dati diffusi oggi dall’Ivass, che parlano di polizze in calo di oltre 100 euro nei cinque anni 2013-2017, di una riduzione delle disparità di prezzo su base territoriale e di polizze che si aggirano in media sui 340 euro. Non basta, dicono le associazioni, perché c’è ancora differenza con l’Europa e perché i neopatentati pagano ancora moltissimo. (altro…)



Estate 2018. Sport estremi e racchettoni, Facile.it: in spiaggia assicurati

mercoledì, 27 giugno, 2018

Le lunghe giornate di relax in spiaggia, tra lettino e ombrellone e una pausa al chiosco per un gelato posso risultare a volte un po’ noiose. Anche ai più poltroni, dopo aver letto il giornale, completato il cruciverba, scambiato la ricetta dell’ultima versione della parmigiana di melanzana con la vicina di ombrellone, è capitato di cedere alla tentazione di affittare un pedalò e, con la dovuta calma, raggiungere le acque cristalline lontane dalla riva. Ma se pensate che pedalare sul pattino sia nel complesso un’attività innocua che comporterà al massimo un po’ di acido lattico alle ginocchia l’indomani, sappiate che vi sbagliate. (altro…)