Sixthcontinent, l'Antitrust avvia un nuovo procedimento verso la società

Le tendenze dell'eCommerce nel 2021

L’Antitrust ha concluso il procedimento di inottemperanza avviato nei confronti di Sixthcontinent Europe S.r.l., accertando la violazione del provvedimento cautelare del 25 febbraio 2020. Per questo l’Autorità ha irrogato nei suoi confronti una sanzione di un milione di euro.

Sixthcontinent Europe, il provvedimento cautelare

“Il provvedimento cautelare – spiega l’Antitrust – disponeva la sospensione provvisoria di ogni attività diretta al blocco degli account dei consumatori aderenti, in assenza di puntuale specificazione delle motivazioni e contestuale rimborso di quanto versato e del corrispettivo delle altre utilità maturate”.

Inoltre – prosegue – il provvedimento cautelare ordinava alla società di sospendere ogni attività diretta a impedire e/o limitare e/o modificare l’utilizzo delle shopping card acquistate e pagate dagli aderenti secondo le modalità di attivazione e fruizione originariamente previste.

La sanzione dell’Antitrust

L’Autorità ha irrogato, dunque, la sanzione amministrativa pecuniaria a Sixthcontinent Europe S.r.l.per aver reiterato le condotte rientranti nel perimetro dell’ordine di sospensione provvisoria disposto col provvedimento cautelare“.

La piattaforma ha continuato, infatti, a congelare indebitamente la possibilità per i consumatori di utilizzare i prodotti, gli importi e le altre utilità acquistate e/o conseguite sulla piattaforma, a fronte dell’obbligo degli utenti di proseguire a effettuare almeno un acquisto ogni mese sulla piattaforma, per mantenersi attivi e non perdere la possibilità di utilizzare i crediti fino a quel momento accumulati.

 

Antitrust sanziona Sixthcontinent Europe

 

Il provvedimento cautelare – precisa, infine, l’Antitrust – era stato adottato nell’ambito del procedimento principale che si è concluso con l’accertamento della scorrettezza della pratica commerciale attuata da Sixthcontinent Europe S.r.l. in violazione degli articoli 21 e 22, 24 e 25 del Codice del Consumo.

Il commento dell’Unione Nazionale Consumatori

“Finalmente la moral suasion applicata durante la pandemia è stata sostituita da una sanzione da 1 milione di euro. Speriamo sia sufficiente”, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Lo slogan era Fai shopping con i crediti Sixth Continent. Peccato che erano troppi quelli che continuavano a protestare e che contattavano i nostri sportelli per segnalare che, dopo aver acquistato la shopping card, erano impossibilitati ad utilizzare il proprio credito“, prosegue Dona.

“Per questo l’Authority aveva ordinato alla società di sospendere il blocco degli account dei consumatori e ogni attività diretta a impedire l’utilizzo delle Shopping Card da loro acquistate e pagate”, conclude.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)