Giochi di società e videogame, come divertirsi in quarantena

La diretta e immediata conseguenza del Decreto #Iorestoacasa è stato il gran numero di ore “libere” da gestire nell’arco della giornata. L’epidemia del Covid-19 ha messo in stand-by le nostre vite, obbligando tutti a ripensare tempi e attività quotidiane. Stop al lavoro fuori casa, niente scuola per bambini e ragazzi, niente sport e niente pasti fuori casa. E così in tanti scoprono vecchie e nuove passioni e modi originali per divertirsi, in compagnia o anche soli, ma senza uscire.

Quali sono dunque gli svaghi preferiti degli italiani in solitaria o con i propri familiari?

L’analisi di Trovaprezzi.it

Nonostante le svariate app apparse sul web negli ultimi anni o gli stessi social network che coinvolgono in vario modo giovani e meno giovani, il mondo dei giochi tiene comunque il passo.

Secondo i dati di Trovaprezzi.it., la categoria con maggiore crescita nel 2019 è stata Accessori per i videogiochi che ha registrato un aumento del 17% con quasi 250mila ricerche, seguita da Videogiochi per PS4, interessata da un incremento del 14% e circa 429mila ricerche nel 2019.

Divertirsi in casa_ Trovaprezzi
Divertirsi in casa, l’analisi TrovaPrezzi

Divertirsi a casa, giochi di società e in solitaria

I giochi tradizionali – come i giochi da tavolo e di società – restano sempre un po’ di nicchia (raggiungendo complessivamente poco più di 300mila ricerche nel 2019), ma il trend di ricerca è positivo anche per i grandi classici: Monopoly, Il Gioco della Vita, Taboo, Cranium, Cluedo, Indovina Chi e tanti altri, già popolari dagli anni ’90 tengono ancora banco 30 anni dopo.

Per tutti coloro che preferiscono avventurarsi in solitaria nella costruzione di un puzzle, online c’è solo l’imbarazzo della scelta con tantissimi soggetti diversi in 3D o in 2D.

Chi cerca cosa?

Gli e-shopper italiani più games addicted e più attivi nella ricerca di giochi da tavolo e prodotti per la sala giochi sono i “nostalgici” tra i 35 ed i 44 anni (oltre 110mila ricerche nel 2019). Per i videogiochi, invece, l’età degli interessati si abbassa alla fascia tra i 25 e i 34 anni (complessivamente circa 490mila ricerche).

Ma non sono solo i più giovani ad interessarsi ai videogiochi: nel 2019, rispetto al 2018, anche i più maturi si sono avvicinati sempre di più a questo mondo, per sé stessi o per fare dei regali ai propri cari. Gli over 65 mostrano un interesse crescente per le Console Giochi (+ 63%) mentre nella fascia 55-64 anni le ricerche sono cresciute in Accessori Videogiochi (+124%) e Videogiochi per PS4 (+129%).

Gli uomini si confermano i più attivi nella ricerca di questo tipo di prodotti. Si nota infatti un calo di interesse da parte delle donne nel 2019 rispetto al 2018 (-4% in Giochi da Tavolo, -55% in Sala Giochi, -20% in Console Giochi, -33% in Videogiochi per XBox One e -5% in Videogiochi per PS4) mentre continua a crescere l’interesse da parte degli uomini.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)