Energia, allo studio un "bonus famiglie". UNC: no a prese in giro dei consumatori

Energia, allo studio un "bonus famiglie". UNC: no a prese in giro dei consumatori (foto Pixabay)

Un “bonus famigliebasato sui consumi per contrastare il caro energia: è la misura attualmente allo studio, che – si apprende dall’Ansa – potrebbe partire dalla seconda metà dell’anno, con l’obiettivo di incentivare il risparmio energetico. Il bonus premierebbe, infatti, chi consuma meno. Si attendono, però, le proiezioni di fattibilità dell’Arera.

Inoltre, si legge, “sarebbe in fase di valutazione il rinnovo del bonus sociale con le attuali soglie Isee”. Mentre “per le imprese si studia un credito di imposta modulato sul prezzo del gas: l’idea è fissare una soglia oltre la quale lo ‘sconto’ aumenta, sotto non è previsto”.

Bonus famiglie, la critica di UNC

“No a prese in giro dei consumatori! È di tutta evidenza che se gli sconti restassero solo per chi consumerà meno rispetto a quest’anno, si tratterebbe di un escamotage e una scusa per non rinnovare il taglio fiscale delle bollette“, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Siccome quest’anno è stato l’inverno più caldo di sempre, gli italiani hanno acceso i riscaldamenti per 15 giorni in meno e 1 ora al giorno in meno per via dei provvedimenti di Cingolani, nessuna famiglia sarà in grado di risparmiare sui consumi di gas di questa stagione termica. Senza contare che, viste le bollette da infarto, tutti hanno già compiuto miracoli per risparmiare sia sulla luce che sul gas”, conclude Dona.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)