Europa_Crisi Coronavirus

Il sondaggio del Parlamento europeo

Secondo i dati del nuovo sondaggio commissionato dal Parlamento europeo, la maggioranza dei cittadini europei (58%) riscontra difficoltà finanziarie dall’inizio della pandemia da Coronavirus e ritiene che l’Unione europea dovrebbe avere maggiori competenze per affrontare la crisi (69%). Parallelamente, quasi sei intervistati su dieci si dicono insoddisfatti della solidarietà dimostrata tra gli Stati membri dell’UE e solo il 42% è soddisfatto di quanto fatto finora dalle istituzioni europee.

Più UE contro la crisi Coronavirus

Nella risposta alla pandemia, i cittadini europei avrebbero voluto che l’UE si concentrasse principalmente sul garantire forniture mediche sufficienti per tutti gli Stati membri dell’UE, sull’assegnazione di fondi per la ricerca per lo sviluppo di un vaccino, sul sostegno finanziario diretto agli Stati membri e sul miglioramento della cooperazione scientifica tra i paesi.

 

Covid19

Rilanciare la solidarietà europea

La forte richiesta di una risposta UE più coordinata va di pari passo con l’insoddisfazione espressa dalla maggioranza degli intervistati per quanto riguarda la solidarietà tra gli Stati membri dell’UE nella lotta contro la pandemia del Coronavirus: il 57% è insoddisfatto dell’attuale stato di solidarietà, tra questi il 22% “non è affatto” soddisfatto.

Misure contro la crisi Coronavirus insufficienti 

Tre intervistati su quattro, in tutti i Paesi in cui è stato condotto il sondaggio, dicono di aver sentito, visto o letto delle misure di risposta dell’UE alla pandemia del Coronavirus. Allo stesso tempo, circa la metà (52%) di coloro che conoscono l’azione dell’UE in questa crisi si dichiarano insoddisfatti delle misure adottate finora.

Difficoltà finanziarie per sei cittadini su dieci

Sono cittadini di Ungheria, Bulgaria, Grecia, Italia e Spagna quelli che hanno avuto i maggiori problemi finanziari dovuti alle conseguenze del Coronavirus.  La perdita di reddito (30%), unita alla disoccupazione totale o parziale (23%), ha portato a erodere i propri risparmi personali (21%). Tra le difficoltà principali è stata riscontrata quella di pagare l’affitto, le bollette o i prestiti bancari (14%). Un non trascurabile 9% di cittadini ha avuto difficoltà nel mettere in tavola pasti adeguati e di buona qualità e in 1 caso su 10 si è trovato nelle condizioni di chiedere aiuto finanziario a famiglia o amici.

 

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)