L'OMS e l'OMM lanciano SunSmart Global UV, l'app che aiuta a proteggersi dal sole

L'OMS e l'OMM lanciano SunSmart Global UV, l'app che aiuta a proteggersi dal sole (Fonte immagine: Pixabay)

In arrivo la nuova app SunSmart Global UV per telefoni cellulari, che fornisce informazioni sui livelli di radiazione ultravioletta (UV); uno strumento lanciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dall’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM), dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) e dall’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO).

Le funzioni dell’app SunSmart Global UV

L’app SunSmart Global UV fornisce previsioni meteo e UV per cinque giorni ed evidenzia, inoltre, le fasce orarie in cui è necessaria la protezione solare, con l’obiettivo di ridurre il rischio di sviluppare tumori della pelle e danni agli occhi legati ai raggi UV. Attualmente è disponibile in cinese, inglese, francese, tedesco, russo, olandese e spagnolo.

“Le prove dimostrano che la sovraesposizione ai raggi UV è la principale causa di cancro della pelle. Quindi è fondamentale che le persone sappiano quando e come proteggersi”, ha affermato la dott.ssa Maria Neira, Direttore dell’OMS, Dipartimento per l’ambiente, i cambiamenti climatici e la salute“.

“Questa app – ha spiegato il professor Petteri Taalas del segretario generale dell’OMM – Utilizza i dati delle stazioni di misurazione meteorologiche e UV a livello nazionale, per fornire letture dell’indice UV accurate e specifiche in base alla posizione“.

SunSmart Global UV si basa, quindi, sull’indice UV, riportato su una scala da 1 (o “Basso”) a 11 e superiore (o “Estremo”). Maggiore è il valore dell’indice, maggiore è il rischio di danni alla pelle e agli occhi. L’indice UV massimo è a mezzogiorno, quando il sole è più alto nel cielo. L’OMS consiglia, quindi, di limitare le attività all’aperto e di utilizzare la protezione solare quando l’indice UV è 3 o superiore.

 

protezione solare

 

Come evitare la sovraesposizione ai raggi UV

A livello globale si stima che nel 2020 siano stati diagnosticati oltre 1,5 milioni di casi di cancro della pelle. Nello stesso periodo, più di 120.000 persone in tutto il mondo hanno perso la vita a causa di questa malattia, considerata però altamente prevenibile.

Gran parte delle malattie legate ai raggi UV, infatti, possono essere evitate attraverso alcune misure di prevenzione, che l’OMS spiega nella pagina dedicata:

  • Limitare il tempo trascorso sotto il sole di mezzogiorno
  • Cercare l’ombra quando i raggi UV sono più intensi
  • Indossare indumenti protettivi, cappelli e occhiali da sole
  • Usare una crema solare ad alta protezione

Inoltre è molto importante proteggere i bambini, poiché un’eccessiva esposizione al sole durante i primi anni di vita può aumentare il rischio di sviluppare malattie legate ai raggi UV nel futuro.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)