Plastiche biodegradabili per i contenitori per alimenti, via libera del Senato

Il Senato ha dato il via libera all’utilizzo di plastiche biodegradabili e compostabili al posto della plastica per i contenitori monouso per alimenti. È quanto annunciato ieri dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

“Nel ddl delegazione europea appena approvato al Senato, e che ora passa all’esame della Camera, ci sono misure importanti a tutela dell’ambiente – ha dichiarato il Ministro Costa in una nota – come quella che prevede l’utilizzo di plastiche biodegradabili e compostabili al posto della plastica per i contenitori monouso, bicchieri inclusi, che entrano in contatto con gli alimenti”.

Plastiche biodegradabili e compostabili, soddisfatta Legambiente

“Finalmente un altro passo in avanti contro la plastica usa e getta e i rifiuti che soffocano il nostro mare”, commenta soddisfatto Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente.

Come spiegato dall’associazione ambientalista, si tratta di un divieto che, a differenza della formulazione europea, oltre a posate, piatti e cannucce, include anche i bicchieri e che dovrà essere inserito nel decreto di recepimento della direttiva Ue 2019/904 sui prodotti in plastica monouso che il governo italiano dovrà emanare entro il 3 luglio 2021.

 

Plastiche biodegradabili e compostabili per i contenitori per alimenti

 

“Come emerge anche dalla nostra indagine Beach Litter, infatti, ben il 49% dei rifiuti per il consumo e l’asporto di cibo e bevande, monitorati sulle spiagge italiane, è costituito proprio dai bicchieri di plastica monouso”, afferma Legambiente.

La misura approvata ieri in Senato prevede, inoltre, che tutti i prodotti di plastica monouso oggetto del bando europeo possano essere realizzati soltanto in materiale compostabile, “valorizzando così la leadership italiana nell’ambito della filiera della chimica verde“, sottolinea l’associazione.

“Serve ora che anche la Camera approvi al più presto questa nuova misura a vantaggio della biodiversità marina, dell’economia circolare e della lotta agli sprechi”, afferma Ciafani.

Legambiente: il Senato approvi presto anche la Legge Salvamare

“Al contempo – conclude – chiediamo che il Senato sia altrettanto veloce per quanto concerne la Legge Salvamare, che consentirebbe anche ai pescatori di fare la loro parte e di riportare a terra i rifiuti pescati accidentalmente. Il mare la aspetta da tempo”.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)