Vitamine_frutta e verdura

Aumenta il consumo di frutta e verdura

In piena emergenza Coronavirus, gli italiani vanno a caccia di vitamine per aiutare a rafforzare il sistema immunitario contro il virus. Aumenta infatti del 16% la spesa di frutta e verdura delle famiglie nei supermercati nazionali.

È quanto emerge da una analisi di Coldiretti su come sono cambiati gli acquisti alimentari delle famiglie, secondo i dati IRI relativi all’ultima settimana rilevata dall’8 al 15 marzo.

Scorta di vitamine nel carrello

Sebbene non ci siano evidenze scientifiche sul fatto che vitamine come la B e la C proteggano in qualche modo dal Coronavirus, è però certo che gli alimenti che le contengono sono ricchi di antiossidanti che portano comunque dei benefici all’organismo.

E così, nei supermercati, discount, negozi e mercati – sottolinea la Coldiretti – è corsa all’acquisto di arance, kiwi, mele, pere, fragole ma anche insalate, carote, pomodori, cavolfiori, broccoli, carciofi, asparagi e patate che garantiscono una riserva naturale di vitamine.

supermercato

Vitamine Made in Italy

L’82% degli italiani cerca di acquistare prodotti Made in Italy per sostenere l’economia ed il lavoro del territorio secondo l’indagine Coldiretti Ixè. E per non cadere nell’inganno dei prodotti importati spacciati per Made in Italy è importante verificare sempre l’origine nazionale in etichetta che è obbligatoria per la frutta e verdura e privilegiare gli acquisti direttamente dagli agricoltori per poter contare su prodotti più freschi e che durano di più.

Per venire in contro alle disposizioni del Decreto #Iorestoacasa, sono molte le aziende agricole che, dalla Val d’Aosta alla Sicilia, hanno attivato anche servizi di consegna a domicilio, per far arrivare sulle tavole degli italiani le eccellenze del territori a chilometri zero (sul sito www.campagnamica.it è possibile trovare un elenco di aziende agricole che hanno aderito all’iniziativa).

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)