orso polare

Oggi il Climate Action Summit

Ora o mai più. Il Panda del WWF parla davanti all’assemblea generale delle Nazioni Unite. Esorta i leader del mondo ad agire subito perché il tempo a disposizione sta per finire e i crimini del genere umano non colpiscono solo la Natura: «sono crimini contro l’umanità».

È il video di animazione che il WWF ha lanciato in occasione del summit Onu sul clima che ci sarà oggi a New York, il Climate Action Summit che precederà l’assemblea vera e propria delle Nazioni Unite.

 

 

Oggi il Climate Action Summit

«I massimi scienziati ci dicono che il divario tra ciò che dovremmo fare per affrontare la crisi climatica e ciò che stiamo effettivamente facendo, continua ad allargarsi. Dobbiamo invertire questa tendenza con una azione climatica decisiva», ha scritto su twitter il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres.

Il Climate Summit non si chiuderà con un documento vincolante, ma con una dichiarazione già firmata da trenta capi di stato. E non ci sarà il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Tutto questo mentre i giovani di tutto il mondo sono scesi in piazza per chiedere di agire contro il cambiamento climatico, in una settimana di mobilitazione iniziata venerdì 20 settembre e che proseguirà fino a venerdì 27 settembre, organizzata da quel movimento Fridays for Future che sta ridefinendo le priorità dell’agenda politica internazionale (o almeno questa è la grandissima speranza della mobilitazione). La rivendicazione: bisogna salvare il Pianeta. Perché non c’è un pianeta B.

 

 

L’appello del Panda: “Il tempo sta per scadere”

«Se sono qui è perché il tempo sta per scadere». Esordisce così il Panda del WWF che, nel video ideato da Paolo Marcellini (che ne ha curato anche la regia) e doppiato da Luca Ward parla all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Dal podio il Panda sferza i delegati dei paesi e spiega che molte specie sulla Terra sono in pericolo proprio a causa della mano umana.

«L’Amazzonia è in fiamme e la deforestazione ovunque colpisce le comunità più deboli, gli animali e il clima. I crimini che state perpetrando non sono solo crimini contro la Natura. Sono crimini contro voi stessi. Sono crimini contro l’Umanità», denuncia il Panda, che chiude con un appello al genere umano.

«Vi chiediamo un New Deal, una vera rivoluzione ecologica che guidi le vostra economie. Diventate protagonisti della soluzione: NOW OR NEVER!».

Il WWF: serve una dichiarazione di emergenza

Il WWF chiede ai leader del mondo una Dichiarazione di Emergenza per la Natura e le Persone da firmare nel 2020. Per oggi pomeriggio ha organizzato un Leader Event a New York cui hanno assicurato il loro intervento Capi di Stato e di Governo di molti Paesi. Ci sarà tra gli altri il primo vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans. Per l’Italia sarà presente il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, spiega il WWF, che porterà il sostegno del Governo italiano al percorso verso il New Deal for Nature and People.

La richiesta che verrà fatta ai leader del mondo è dunque quella di sostenere, nei giorni dell’Assemblea Generale dell’ONU, l’urgenza di una Dichiarazione ONU per la Natura e le Persone riconoscendo che i cambiamenti climatici e la perdita di natura sono diventati un’emergenza globale e che serve un’azione che metta al centro delle decisioni dei governi la natura.

«È urgente un’assunzione di responsabilità e un’azione politica dei leader mondiali – commenta la presidente del WWF Italia Donatella BianchiSiamo ad un passaggio irripetibile della storia umana. La nostra è la prima generazione consapevole del suo impatto devastante sul Pianeta, ma anche l’ultima generazione che può fare qualcosa prima che sia troppo tardi. I leader mondiali hanno l’occasione, per affrontare di comune accordo la più grande sfida che della nostra epoca e per sostenere un accordo che abbia la forza di assicurare il futuro dell’umanità: ci auguriamo che sappiano coglierla evitando di continuare a rimandare quello che non è più possibile rinviare».


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)