Salviamo api e agricoltori, via libera all’iniziativa dei cittadini europei (foto pixabay)

Via libera all’iniziativa dei cittadini europei Save bees and farmers, Salviamo api e agricoltori, che è stata presentata con successo alla Commissione europea. L’iniziativa ha infatti raggiunto oltre 1 milione di dichiarazioni di sostegno da parte dei cittadini europei.

Save bees and farmers. – Salviamo api e agricoltori, Verso un’agricoltura favorevole alle api per un ambiente sano” diventa dunque la settima iniziativa dei cittadini europei ad aver raggiunto con successo la soglia delle firme, un milione, da almeno sette Stati membri, dimostrando così – dice la Commissione europea – che i cittadini possono contribuire alla creazione delle politiche europee.

 

Pesticidi, WWF: votare sì al referendum in Trentino per la creazione del Biodistretto
“Salviamo Api e Agricoltori”, partita l’ICE che chiede l’eliminazione dei pesticidi

 

Salviamo api e agricoltori, le richieste

L’iniziativa invita la Commissione a proporre misure legali per eliminare gradualmente i pesticidi sintetici entro il 2035, ripristinare la biodiversità e sostenere gli agricoltori nella fase di transizione all’agroecologia.

«Per proteggere le api e la salute delle persone, chiediamo alla Commissione di proporre atti legali per eliminare gradualmente i pesticidi sintetici entro il 2035, ripristinare la biodiversità e sostenere gli agricoltori nella transizione», si legge nella pagina dell’Iniziativa.

Nel dettaglio, la richiesta di Save bees and farmers è quella di eliminare gradualmente i pesticidi sintetici nell’agricoltura dell’UE dell’80% entro il 2030, a cominciare dai più pericolosi, per liberarsi dai sintetici entro il 2035; ripristinare gli ecosistemi naturali nelle aree agricole affinché l’agricoltura diventi vettore di recupero della biodiversità; riformare l’agricoltura dando la priorità a un’agricoltura su piccola scala, diversificata e sostenibile, sostenendo un rapido aumento delle pratiche agroecologiche e organiche e consentendo la formazione e la ricerca di agricoltori indipendenti su un’agricoltura priva di pesticidi e di OGM.

Quali i prossimi passaggi? Nelle prossime settimane la Commissione europea incontrerà gli organizzatori per discutere l’iniziativa nel dettaglio, ci sarà poi un’audizione pubblica organizzata dal Parlamento europeo. Bruxelles ha tempo fino al 7 aprile 2023 per presentare una risposta ufficiale, delineando le azioni che intende intraprendere: se proporre una normativa, intraprendere altre azioni non legislative o non agire affatto.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)