Torna Nontiscordardimé, la campagna di Legambiente: 50mila studenti in campo

Torna Nontiscordardimé, la campagna di Legambiente: 50mila studenti in campo

“La scuola come luogo d’aggregazione piacevole e vitale dove tutti possano sentirsi parte di una comunità; un luogo da vivere oltre l’orario strettamente scolastico, con interesse e soddisfazione”. Questo l’obiettivo delle attività previste l’11 e il 12 marzo in tutta Italia nell’ambito di Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite, la storica campagna di volontariato di Legambiente che torna dopo due anni di pandemia per coinvolgere alunni e studenti, insegnanti e famiglie in tante attività di recupero, restauro e rigenerazione degli istituti scolastici.

Al centro di questa edizione di Nontiscordardimé – cui hanno aderito oltre 2.500 classi e circa 50.000 studenti – cortili e spazi esterni delle scuole dove poter esprimere tutta la voglia di stare insieme, giocare e fare sport che i più giovani hanno manifestato durante questo lungo periodo di socialità limitata per la pandemia.

Tantissime le attività in programma: dalla tinteggiatura delle mura alla creazione di aiuole e percorsi fioriti, dai murales alla messa a dimora di nuovi alberi, dalla creazione di orti urbani all’allestimento di aree attrezzate per lo svago o arredate per poter leggere immersi nel verde tra fiori e uccellini.

“Tra gli effetti indiretti di due anni di pandemia – ha dichiarato la responsabile Scuola e formazione di Legambiente Claudia Cappelletti – c’è la sofferenza dei più giovani che hanno dovuto rinunciare alla socialità, alla routine scolastica, allo scambio diretto e spensierato con i coetanei e gli educatori. Inoltre, l’emergenza Covid ha aumentato le differenze e acuito le situazioni di povertà educativa. Per questo siamo felici di poter tornare a realizzare una campagna di volontariato che mette insieme famiglie e insegnanti, dando l’opportunità ai più giovani di esprimere la loro voglia di partecipazione attiva e confronto”.

Nontiscordardimé, i progetti

A guidare i volontari, i cinque istituti del’iniziativa Lavori in corso – adottiamo la città di Legambiente, uno dei progetti selezionati da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile in Italia, per mitigare il fenomeno della povertà sociale, culturale e ambientale che può incidere pesantemente sullo sviluppo dei minori che vivono in contesti territoriali complessi.

 

Nontiscordardimé (Fonte: Legambiente)
Nontiscordardimé (Fonte: Legambiente)

 

Presso l’Istituto comprensivo G. Lucatelli di Tolentino (Macerata), ragazze e ragazzi aiuteranno insegnanti e genitori a posizionare nuove panchine e cestini per i rifiuti per allestire spazi più belli e confortevoli intorno alla scuola. A Pisa, presso l’Istituto comprensivo Gamerra, nella mattinata di venerdì 11, le alunne e gli alunni insieme alle famiglie, progetteranno e realizzeranno il giardino esterno con la messa a dimora di nuove piante e alberi lungo il perimetro esterno. A Roma, l’obiettivo dell’Istituto comprensivo Cornelia 73 è quello di riqualificare gli spazi esterni creando un orto didattico per i bambini che saranno coinvolti anche in un laboratorio sull’economia circolare. A Sant’Arpino (Caserta) l’Istituto comprensivo Rocco Cav. Cinquegrana sarà sede di un laboratorio di okkupazione creativa, che prevede attività di riciclo artistico e allestimento di nuovi spazi verdi all’esterno della scuola.

Le ragazze e i ragazzi del Centro diaconale “La Noce” di Palermo, invece, si occuperanno delle aree esterne sino alla piazzetta antistante la scuola, con attività di pulizia, piantumazione fiori e messa a dimora di nuovi alberi, allestimento di zone arredate per lettura e relax, installazione di una fontanella per l’acqua e di cartelli informativi sulla cura di questo spazio.

Anche il Settore Minibasket e Scuola FIP ha aderito a Nontiscordardimé – Operazione scuole pulite invitando i propri piccoli tesserati ad attivarsi insieme alle famiglie per partecipare alle iniziative in programma.

Nontiscordardimé-Operazione Scuole Pulite vuole rispondere quest’anno alla richiesta di alunni e studenti di condividere momenti di socialità all’aperto – ha dichiarato il direttore generale di Legambiente Giorgio Zampetti – . Per questo abbiamo voluto focalizzare l’attenzione su cortili e giardini dove realizzare nuovi spazi per giocare e socializzare all’aperto. E poterlo fare insieme alle ragazze e ai ragazzi dei centri Minibasket è per noi un arricchimento prezioso. Sono convinto che educazione, sport e ambiente siano le parole chiave per un futuro più giusto e sostenibile”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)