La tutela della persona ed il "benessere" organizzativo al centro dell’impegno dell’ABI e delle Imprese del credito: servono regole certe e condivise sul fenomeno, con l’obiettivo di migliorare la gestione dei rapporti di lavoro, favorire la competitività delle imprese ed evitare possibili strumentalizzazioni

"Sul fenomeno del mobbing è sempre più avvertita, da tutti gli operatori, l’esigenza di regole certe e condivise, anche alla luce di quanto indicato dall’Unione europea". E’ la posizione assunta dall’Associazione bancaria italiana che domani 29 novembre terrà un convegno a Roma su "Benessere e costrittività organizzativa, mobbing e rapporto di lavoro", per fare il punto sulle problematiche ancora da risolvere ai fini di un impatto più positivo sulla gestione dei rapporti di lavoro in azienda.

"E’ forte anche l’attenzione da parte delle Istituzioni verso questo fenomeno – ha dichiarato il Direttore centrale dell’Abi, Giancarlo Durante – soprattutto per evitare il rischio di una dannosa frammentazione legislativa a livello regionale". Infatti, è all’esame del Senato un disegno di legge unificato sulle disposizioni a tutela dei lavoratori dalla violenza o dalla persecuzione psicologica; il Tar del Lazio, nel 2005, ha annullato una circolare dell’Inail che annoverava la costrittività organizzativa tra le malattie professionali risarcibili; la Corte Costituzionale ha annullato, nel 2004, la legge della regione Lazio in materia dettando criteri e principi ispiratori nel rapporto Stato-Regioni.

La valorizzazione delle risorse umane, il superamento di specifiche situazioni di disagio e, più complessivamente, il miglioramento del "clima" aziendale rappresentano elementi importanti per la costruzione di una buona governance e un valore primario per contribuire a rilanciare la competitività delle imprese.

"Il benessere delle persone – ha concluso Durante – rappresenta un patrimonio dell’impresa da preservare e valorizzare. In questo senso è indispensabile un corpo di regole chiare, tanto più in assenza di dati certi che consentano di circoscrivere all’interno di confini ben definiti, fenomeni quali il mobbing, la costrittività organizzativa, lo stress, i carichi di lavoro eccessivi o lo straining".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)