Federconsumatori su sanzione Ryanair: ora ci aspettiamo maggiore correttezza

Federconsumatori su sanzione Ryanair: ora ci aspettiamo maggiore correttezza (Fonte immagine: Pixabay)

Federconsumatori su sanzione Ryanair: ora ci aspettiamo maggiore correttezza

L’Antitrust, su segnalazione di Federconsumatori, ha sanzionato Ryanair per l’accordo sulla risoluzione delle controversie stipulato con il Codacons, ritenuto una pratica commerciale scorretta: “Ora ci aspettiamo anche l’apertura di un confronto con le maggiori AACC per la definizione di una procedura di conciliazione trasparente e imparziale”

Prendiamo atto con soddisfazione che l’Antitrust ha comminato una sanzione a Ryanair relativamente alle condotte scorrette messe in atto in relazione alla procedura di conciliazione, concordata con una singolarmente nota associazione dei consumatori italiana”, così Federconsumatori in merito al recente intervento dell’Autorità, che ha sanzionato per 200mila euro la compagnia aerea per l’accordo sulla risoluzione delle controversie stipulato con il Codacons, ravvedendo nelle ADR (Alternative Dispute Resolution) avviate a tutela dei diritti dei passeggeri una pratica commerciale scorretta.

Il Codacons è stato sanzionato, invece, per 5mila euro.

ADR Ryanair-Codacons, la posizione di Federconsumatori

La sanzione scaturisce da una segnalazione di Federconsumatori nei confronti della compagnia aerea che – spiega l’associazione – “ad un reclamo presentato per tutelare un cittadino, aveva risposto che l’unica strada percorribile per la risoluzione della controversia era quella di avviare la procedura di conciliazione con un’altra associazione, inspiegabilmente privilegiata in tal senso”.

“Risposta fuorviante e ingannevole – afferma Federconsumatori – capace di falsare la scelta dei consumatori indirizzandoli verso un unico interlocutore e facendo loro credere che fosse il solo modo per risolvere la propria controversia. Circa tale procedura ADR abbiamo denunciato anche l’impossibilità per il cittadino di conoscerne i dettagli e le condizioni, dal momento che non era pubblicata né sul sito della compagnia, né su quello dell’associazione interessata, né in alcuna altra pagina”.

 

viaggio

 

Secondo quanto emerso dall’indagine Antitrust – ricorda l’associazione – nella procedura erano presenti informazioni ingannevoli, specialmente in relazione all’imparzialità e all’indipendenza della procedura ADR.

“Nel mirino dell’Antitrust – prosegue Federconsumatori – è finito anche il conferimento di non meglio definite certificazioni di qualità del servizio, assegnate dalla suddetta associazione alla compagnia sulla base di criteri poco trasparenti, nonostante le numerose condotte scorrette praticate da Ryanair negli ultimi mesi e anni, che hanno penalizzato e vessato molti passeggeri e per le quali la compagnia è stata già pesantemente multata dall’Antitrust e risulta destinataria di numerose altre segnalazioni”.

“In qualità di segnalanti non possiamo che essere soddisfatti della sanzione irrogata dall’Antitrust, che ha riaffermato il diritto degli utenti ad essere informati correttamente e in maniera esaustiva circa le possibili soluzioni da intraprendere per tutelare i propri diritti – conclude – Ora ci aspettiamo da Ryanair maggiore correttezza e anche l’apertura di un confronto con le maggiori Associazioni dei Consumatori per la definizione di una procedura di conciliazione trasparente e imparziale”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)