Flixbus, Antitrust avvia un procedimento per la vendita di viaggi poi cancellati a causa del Covid

Alle difficoltà dei viaggiatori alle prese con i voli cancellati a causa del Covid si aggiungono anche quelle legate ai viaggi in autobus a lunga percorrenza. A seguito di numerose segnalazioni da parte dei consumatori, l’Antitrust ha avviato un procedimento istruttorio ed un sub-procedimento cautelare nei confronti di Flixbus Italia Srl, società attiva nei servizi low cost di trasporto extraurbano su autobus.

“Oggetto del procedimento istruttorio – si legge in una nota – la vendita online di biglietti per servizi nelle date coperte dai provvedimenti governativi di blocco e limitazione della circolazione a causa del Covid-19 e la successiva cancellazione degli stessi in ragione dell’emergenza sanitaria”

L’Autorità ha avviato anche un sub-procedimento cautelare per sospendere immediatamente i comportamenti scorretti di Flixbus, ossia non aver fornito un’adeguata informazione e assistenza ai consumatori e non aver offerto loro né l’erogazione di voucher di valore pari al prezzo del biglietto già pagato né un rimborso in denaro.

 

Flixbus, Antitrust avvia procedimento nei confronti di Flixbus
Flixbus, Antitrust avvia procedimento nei confronti di Flixbus

Flixbus modifica le condizioni contrattuali

A seguito dell’intervento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Flixbus ha dichiarato di aver modificato le condotte contestate e di aver adottato misure a tutela dei consumatori in caso di cancellazione del viaggio quali, in particolare:

  • un congruo preavviso rispetto alla data di partenza;
  • informazioni – all’atto della prenotazione del trasporto – sul diritto a ottenere, a scelta dal passeggero, il rimborso del totale del costo mediante voucher sostitutivo oppure restituzione in denaro;
  • erogazione tempestiva e corretta del rimborso richiesto senza applicazione di alcun onere ulteriore, a titolo di penali, commissioni o altri costi di sorta.

“In virtù di tale comportamento di Flixbus – conclude l’Antitrust – ritenendo non sussisterne i presupposti, nella riunione del 17 giugno u.s. l’Autorità ha deliberato di non adottare alcuna misura cautelare nei suoi confronti, permanendo viceversa in essere il procedimento principale”.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)