“Era eticamente doveroso che le aziende operanti in Bangladesh si attivassero per migliorare gli standard di sicurezza dei lavoratori”. E’ questo il commento di Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc, alla decisione delle aziende europee operanti nella regione asiatica che, dopo la tragedia sul lavoro in Bangladesh e in Cambogia, hanno deciso di impegnarsi aderendo al Bangladesh Fire and Building Safety, un accordo realizzato al fine di garantire maggiori livelli di sicurezza per i lavoratori.

“Con l’immensa tragedia occorsa nel Paese asiatico si è superato il limite della sopportabilità, con conseguenze gravissime per le persone e i lavoratori coinvolti. Le condizioni di lavoro, a livello globale, devono essere ottime e in linea con gli standard di sicurezza, un miglioramento è necessario, doveroso e inevitabile” ha concluso il presidente.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)