settimana verde europea

Settimana verde europea 2021

La strategia Inquinamento zero sarà il tema della Settimana verde dell’Ue di quest’anno, evento annuale sulla politica ambientale che si svolgerà dal 31 maggio al 4 giugno. La Settimana verde europea 2021 sarà dedicata all’«obiettivo inquinamento zero» con lo slogan “più salute per le persone e per il pianeta”.

«L’inquinamento riguarda tutti noi: è nell’aria che respiriamo, nell’acqua che beviamo, nella terra in cui coltiviamo gli alimenti – si legge sul portale dedicatoÈ la principale causa ambientale di diverse malattie mentali e fisiche e di morti premature, specialmente tra i bambini, le persone affette da alcune patologie e gli anziani. L’inquinamento però non colpisce tutti allo stesso modo. Le persone che vivono in zone più povere spesso abitano vicino a siti contaminati o ad aree con un’elevata densità di traffico. L’inquinamento è inoltre una delle principali cause della perdita di biodiversità. Riduce la capacità degli ecosistemi di svolgere funzioni come la cattura del carbonio e la decontaminazione».

 

natura ambiente
La Commissione europea lancia la strategia inquinamento zero

 

#EUGreenWeek: “Più salute per le persone e per il pianeta”

Contro i danni dell’inquinamento, e con una strategia che vuole essere ambiziosa da qui al 2050, la Commissione europea ha lanciato il piano d’azione dell’Unione europea (UE) verso l’«obiettivo inquinamento zero» come azione chiave del Green Deal europeo.

L’iniziativa «aiuterà a creare un ambiente privo di sostanze tossiche in tutta l’UE grazie a migliori modalità di monitoraggio e segnalazione e grazie alla prevenzione e alla bonifica dell’inquinamento di aria, acqua, suolo e prodotti di consumo.
Sosterrà inoltre – prosegue il sito dell’evento – la ripresa post-COVID 19, contribuendo a ricostruire un’economia più sostenibile nell’UE, creando posti di lavoro e riducendo le disuguaglianze sociali».

La strategia Inquinamento Zero appena lanciata dalla Commissione europea fissa diversi obiettivi al 2030 fra cui quello di ridurre del 55% le vittime premature dovute allo smog, dimezzare i rifiuti di plastica in mare, ridurre del 30% le microplastiche rilasciate nell’ambiente, migliorare la qualità del suolo. Fra le azioni del piano c’è anche quella di ridurre le disuguaglianze che incidono sulla salute a partire dall’impatto nocivo cui sono esposte le fasce vulnerabili della popolazione.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)