Maturità 2020

Inizia oggi la prova di maturità per gli studenti delle secondarie di secondo grado

Alla 8.30 di oggi, 17 giugno, per 500 mila studenti sono iniziati gli esami di maturità. È un giorno speciale, uno di quelli che di sicuro si ricorderanno per molto tempo. Dopo 100 giorni di didattica a distanza, riunioni su piattaforme digitali e fiumi infiniti di messaggi, la scuola torna ad essere in presenza e accoglie gli studenti più grandi per accompagnarli alle porte della vita da adulti.

Nuove regole e vecchie ansie

L’epidemia del Covid-19 ha reso questo rito di passaggio completamente diverso da quello a cui siamo stati abituati: niente tototraccia, niente versioni di greco o latino, niente compito di matematica, niente di niente. Cosa resta allora di questa maturità 2020? Resta il colloquio orale davanti alla commissione e resta l’ansia e l’emozione dei ragazzi che, ne siamo certi, sarà uguale a quella di tutti gli studenti che hanno affrontato questa prova negli anni passati. La preoccupazione per l’esame da sostenere dovrà fare i conti anche con il rispetto delle regole che la nuova realtà post-Coronavirus ci impone.

 

Maturità 2020

Mascherina e due metri di distanza

Per sostenere l’esame, tutti devono indossare la mascherina. Solo gli studenti possono toglierla durante il colloquio, mantenendo però la distanza di sicurezza di almeno 2 metri dagli esaminatori. Il commissario straordinario per l’Emergenza, Domenico Arcuri, d’accordo con il ministero dell’Istruzione, ne ha fatte arrivare nelle 3.268 scuole che ospitano gli esami di maturità 5,3 milioni, sufficienti a coprire il fabbisogno di tutte le sessioni delle prove.

Le mani dovranno essere sanificate all’entrata e, se necessario, anche durante la prova. Non è invece necessario indossare i guanti.

Gli ambienti in cui si svolge la prova d’esame dovranno essere sufficientemente grande da garantire a candidato e commissione di mantenere la distanza minima di due metri ed avere finestre per il ricambio frequente dell’aria.

Pulizie e un solo accompagnatore

Per garantire le prove in piena sicurezza sono stati stanziati 39 milioni di euro per la pulizia, l’acquisto di gel igienizzanti e dispositivi di protezione, per la predisposizione di percorsi di ingresso e uscita dagli istituti. Le aule devono essere ben areate e saranno pulite alla fine di ogni sessione di esame (mattina e pomeriggio).

Ogni candidato può portare con sè un solo accompagnatore, che deve a sua volta rispettare le misure di distanziamento e indossare la mascherina.

Gli studenti candidati a sostenere l’esame di maturità saranno suddivisi per giorno ed ora e dovranno presentarsi a scuola 15 minuti prima dell’orario stabilito. Non ci potrà quindi essere il ripasso dell’ultimo minuto con i compagni di scuola e nessun tifo da stadio che aspetta all’uscita.

Maturità 2020, tutti promossi?

Per dare il giusto peso al percorso scolastico, il credito del triennio finale quest’anno è stato rivisto: potrà valere fino a 60 punti, anziché 40, come prima dell’emergenza. Al colloquio orale si possono conseguire fino a 40 punti. Il voto massimo finale possibile resta 100/100 e si potrà ottenere la lode.

Nonostante sia un esame molto diverso da quello a cui siamo stati abituati, una costante resta: il rischio di poter essere bocciati. Ma si tratterà di casi particolari, motivati da assenze prolungate nella prima parte dell’anno o da provvedimenti disciplinari gravi.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)