donna con l'influenza

Mal di gola, qualche semplice rimedio

L’inverno e il clima freddo possono favorire la comparsa di un sintomo molto diffuso: il mal di gola. Le patologie correlate a tale sintomo sono molteplici, anche se a volte non si può parlare di vera e propria malattia. Esistono soggetti che soffrono di mal di gola a causa delle abitudini quotidiane o per i quali il sintomo è favorito dal luogo in cui soggiornano.

Le cause del mal di gola

Come abbiamo detto le cause del mal di gola possono essere molteplici. In molti casi si tratta di un chiaro sintomo di alcune patologie, causate da virus o batteri. È l’infiammazione della laringe o della faringe a dare come sintomo il mal di gola; tale infiammazione può essere causata da un semplice virus dell’influenza o del raffreddore, ma anche da numerosi batteri, la cui dispersione nell’aria è favorita dal fatto che nei mesi invernali si soggiorna spesso all’interno degli edifici. L’aria asciutta, causata da climatizzatori e impianti di riscaldamento, è una nemica della gola. Lo sono anche il fumo da sigaretta, attivo e passivo, lo smog, l’inquinamento presente nelle grandi città e varie altre questioni. Ad esempio il mal di gola può essere causato da infiammazioni gastriche, acute o croniche a seconda dei casi.

Curare il mal di gola

Sono vari i rimedi che consentono di ridurre, anche solo temporaneamente, il mal di gola. Ai primi sintomi è possibile ad esempio approfittare delle caramelle alla propoli, acquistabili presso qualsiasi erboristeria o farmacia, come ad esempio la farmacia online farmaciadelsorriso.it. La propoli è una sostanza prodotta dalle api, con forti proprietà antisettiche. Grazie a tali proprietà una semplice caramella alla propoli disinfetta il cavo orale e consente di limitare la presenza dei batteri, spesso causa del mal di gola. Succhiare lentamente una caramella dà sollievo anche in caso di secchezza della gola, che spesso porta a fastidio, leggero bruciore o a vero e proprio dolore. Anche bere con una certa regolarità, possibilmente bevande non eccessivamente calde, aiuta ad alleviare il mal di gola, si tratta di sfruttare la funzione emolliente di tali bevande.

Le piante contro il mal di gola

Per rendere meno fastidioso il mal di gola è possibile anche approfittare dei benefici offerti da alcune piante che, proprio come la propoli, offrono effetti antisettici. Il tè verde è perfetto contro il mal di gola, così come la malva, la liquirizia, l’altea e la menta piperita. Si possono utilizzare queste piante in tisane e infusi, che vanno però consumati evitando il caldo eccessivo. Bevande molto calde possono infatti andare ad agire sull’infiammazione, acuendone i sintomi. Sono disponibili in commercio anche caramelle alle erbe, che permettono di ottenere i medesimi effetti di una tisana, perfette per chi non ama questo tipo di bevande.

L’ambiente in cui si soggiorna

L’umidità presente all’interno degli ambienti condiziona in modo preciso il nostro benessere. Per respirare bene e evitare di soffrire in modo eccessivo di mal di gola è importante che nell’aria di casa e dell’ufficio sia presente una buona percentuale di umidità. A tale scopo sono disponibili appositi umidificatori, che permettono anche di liberare nell’ambiente oli aromatici, balsamici o profumati a seconda delle preferenze. L’umidità permette non solo di respirare meglio, ma anche di abbattere una parte degli allergeni e della polvere presenti nell’aria.

Andare dal medico

Ovviamente i rimedi contro il mal di gola sono perfetti per alleviare tale sintomo, ma possono non essere la soluzione definitiva. Se il dolore permane per più di 2-3 giorni, diviene particolarmente intenso o è correlato ad altri sintomi, ad esempio alla febbre, è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico di famiglia. In questo modo sarà possibile sottoporsi ad esami diagnostici, che permetteranno di evidenziare la patologia di cui si soffre, per poterla curare in modo adeguato.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)