App contro lo spreco alimentare

App contro lo spreco alimentare

Vale 6 miliardi e 403 milioni lo spreco alimentare domestico nazionale. Secondo l‘Osservatorio Waste Watcher, nel 2020 sono finiti nella spazzatura 27 kg di cibo a testa, ossia 259 grammi a settimana; l’11,78% (3,6 kg) in meno all’anno rispetto al 2020.

L’attenzione e la sensibilità al tema cresce sempre di più, sia tra i consumatori che tra le aziende. Sono diverse, infatti, le applicazioni create per favorire la prevenzione dello spreco alimentare.

App contro lo spreco alimentare, Too Good To Go

Tra queste, Too Good To Go: nata nel 2015 in Danimarca e presente in 13 Paesi d’Europa. In Italia è stata lanciata in oltre 40 città e, con più di 2 milioni di utenti, ha permesso di salvare 1.6 milioni di pasti.

Too Good To Go permette a bar, ristoranti, forni, pasticcerie, supermercati ed hotel di recuperare e vendere online – a prezzi ribassati – il cibo invendutotroppo buono per essere buttato”, grazie alle Magic Box. Delle “bag” con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo.

Gli utenti della app non devono far altro che geolocalizzarsi e cercare i locali aderenti, ordinare la propria Magic Box, pagarla tramite l’app e andare a ritirarla nella fascia oraria specificata per scoprire cosa c’è dentro.

 

app contro lo spreco alimentare

 

Bestbefore

Si tratta di un e-commerce dedicato alla vendita di prodotti in scadenza, imperfetti o di fine stock. L’applicazione seleziona i prodotti di alta qualità vicini alla scadenza, gli invenduti o i fine stock e li rende disponibili all’acquisto a prezzi scontati.

Ogni lotto viene caricato esattamente a 14 giorni dalla scadenza e rimarrà disponibile all’acquisto per 7 giorni. In particolare, viene indicata sia la scadenza effettiva del prodotto (quindi quella indicata sull’etichetta), sia la permanenza massima sulla piattaforma di un determinato lotto.

E, ogni giorno, l’algoritmo applicherà uno sconto progressivo al lotto in vendita. Il primo giorno sarà del 5%, fino ad arrivare al 50% di sconto al 7° giorno. Una volta acquistato, il prodotto viene spedito direttamente a casa.

App contro lo spreco alimentare, UBO

UBO, Una Buona Occasione, si pone invece l’obiettivo di intervenire sulle cause che contribuiscono a formare l’eccedenza di cibo, cercando così di prevenirla.

L’app fornisce, per 500 alimenti, notizie, consigli e suggerimenti su come, dove e per quanto tempo conservarli (sia cotti che crudi, sia preconfezionati che sfusi, sia freschi che surgelati), su quali siano le porzioni raccomandate, sulla relativa impronta idrica e sugli apporti nutrizionali.

E poi, ancora, sul riutilizzo degli avanzi e degli scarti, sulla stagionalità della frutta e della verdura, su come fare la lista della spesa.

Inoltre, tramite la sezione “MEMO SCADENZE”, è possibile fotografare la data di scadenza dei prodotti alimentari e impostare l’avviso. Sarà UBO a ricordare all’utente quando deve consumare l’alimento.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)