La chiamano già la ‘beffa dei conti in rosso’. In effetti è proprio così. Secondo alcuni calcoli che l’Università Bocconi ha realizzato per il Corriere della Sera, sconfinare  sul proprio conto corrente può costare caro: sforare di 501 euro per un solo giorno costa  in media 33,10 euro, con il picco di 50,25 euro al Monte dei Paschi, seguito da Unicredit (50,23 euro). Aumentare i giorni di sconfinamento non fa lievitare di tanto la spesa:  35,31 euro nella media delle sette banche prese in considerazione e 52,55 euro il picco (sempre dell’Mps in attesa di riassetto patrimoniale). E se invece e si sconfina di mille euro? Si spendono in media 33,34 euro per un solo giorno e 37,76 euro per dieci giorni. Il massimo è ancora di Mps e Unicredit, che per un giorno di sconfino chiedono rispettivamente 50,51 euro e 50,46 euro, e per dieci giorni 55 euro ciascuna.
A rendere la pillola ancora più amara, il fatto che la Commissione di Massimo Scoperto è stata cancellata nel 2012 ma è stata sostituita da un’altrettanto cara Commissione d’istruttoria veloce. Cambia il nome ma non la sostanza, come fa notare Federconsumatori: “Un comportamento intollerabile, ai limiti dello strozzinaggio, che tra l’altro non trova alcuna giustificazione nell’attuale situazione in cui versano le banche. Infatti i titoli e le obbligazioni dei maggiori istituti volano in borsa”.
Inoltre – aggiunge l’Associazione – le banche continuano ad incassare lauti guadagni sia grazie all’ingiustificato aumento dello spread sui mutui (passato in pochi anni dall’1 al 3%, con un crescita inversamente proporzionale a quella dei tassi di riferimento Euribor e Eurirs), sia grazie all’applicazione di costi dei mutui e dei conti correnti ai livelli più elevati d’Europa.
Federconsumatori chiede che il Governo e l’ABI intervengano il prima possibile, per definire un immediato calmieramento dei costi ed avviare una seria politica di confronto con quanto avviene in tale settore a livello europeo.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

1 thought on “Conti in rosso salati, Federconsumatori ‘chiama’ Governo e Abi

  1. W LE BANCHE . SE LE BANCHE SI DANNO DA FARE FORSE LA RIVOLUZIONE LA FACCIAMO DAVVERO……

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: